Come attivare il firewall di Ubuntu

SistemiOperativi3La maggior parte delle distribuzioni Linux per garantire la sicurezza delle comunicazioni via rete si affida al software IpTables, che è molto potente ma altrettanto complesso. Ubuntu, fedele alla sua vocazione di distribuzione facile da usare, permette invece di utilizzare uno strumento più semplice e amichevole: Ufw, acronimo di Uncomplicated Firewall, cioè firewall senza complicazioni. Il software è disponibile in Ubuntu fin dal primo login, ma per default è disattivato; per attivarlo bisogna aprire il terminale, per esempio con la scorciatoia Ctrl+Alt+T, e digitare il comando:

sudo ufw enable

Quello che rende Ufw semplice da utilizzare è la sua capacità  di interpretare comandi molto chiari, quasi in linguaggio naturale. Per aprire una nuova porta alle comunicazioni Tcp, per esempio la 80, basta digitare:

sudo ufw allow 80/tcp

Per bloccare invece la porta 21, la sintassi è:

sudo ufw reject 21

L’elenco delle regole attive può essere visualizzato con il comando ufw status, mentre per cancellarne una basta usare ufw delete; se l’insieme delle regole non funzionasse a dovere si possono ripristinare le impostazioni di default con il comando ufw reset.
Chi non ama l’interfaccia a carattere può aprire Ubuntu Software Center e scaricare Gufw, un’ottima e semplice interfaccia grafica che permette di visualizzare e modificare la configurazione del firewall di Ubuntu.

 

Nessun Articolo da visualizzare