Windows Defender

Defender ATP, l’antivirus di Microsoft arriva su Linux (e Android)

Microsoft ha comunicato la disponibilità della versione stabile di Defender ATP per Linux, con una release ancora preliminare in grado di proteggere i gadget Android.

Dopo essere approdato su macOS, Microsoft Defender ATP è ora pronto a difendere i sistemi Linux dalle minacce informatiche e dal malware. La piattaforma di sicurezza di Redmond estende ancora i suoi tentacoli negli ecosistemi estranei a Windows, e per il prossimo futuro già si prospetta l’arrivo del servizio sui gadget Android.

Microsoft Defender ATP è ora disponibile per la clientela aziendale che fa uso delle seguenti distro Linux: RHEL 7.2+, CentOS Linux 7.2+, Ubuntu 16 LTS, SLES 12+, Debian 9+, Oracle Linux 7.2. Il servizio permette di gestire, da riga di comando, la scansione, l’identificazione delle minacce e l’agente per Linux. La gestione centralizzata dei risultati avverrà (come già con Defender in declinazione Windows) tramite l’interfaccia del Centro di sicurezza di Defender.

Microsoft Defender ATP Linux

Diversamente dalla versione per consumatori, Defender ATP in versione enterprise ha un costo che, secondo le indiscrezioni, varia dai $30 ai 72$ per macchina ogni anno. Microsoft promette che l’arrivo di Defender su Linux rappresenta solo “l’inizio di un viaggio” che prevede l’ulteriore espansione delle capacità di difesa e contrasto al codice malevolo nel corso dei prossimi mesi.

Nel prossimo futuro dovrebbe inoltre arrivare anche la tanto vociferata declinazione mobile di Defender ATP, un porting ora disponibile in versione preliminare e gestibile tramite Intune. Per Android, Microsoft intende fornire meccanismi di protezione avanzati quali il blocco dei siti Web, gli SMS, le app e i messaggi WhatsApp potenzialmente pericolosi, il blocco dell’accesso alle risorse di rete dai dispositivi compromessi e la solita gestione centralizzata tramite il Centro di sicurezza di Defender.

PCProfessionale © riproduzione riservata.