Difendere la privacy su Facebook

Le opzioni e le regole di visibilità  degli status, dei commenti e delle fotografie pubblicate su Facebook sono piuttosto intricate, tanto che è difficile avere la certezza che un’informazione, specialmente se pubblicata da amici e conoscenti, venga vista soltanto da chi effettivamente si vuole raggiungere. È fin troppo facile che un’immagine imbarazzante o un commento sgradevole possa raggiungere le persone sbagliate (parenti, amici, colleghi) o addirittura che siano visibili pubblicamente anche da chi non è stato inserito nella cerchia degli amici. Da qualche settimana, però, Facebook ha aggiunto alcune nuove funzioni che permettono di evitare, con un po’ di attenzione, questo genere di problemi: per scoprire “chi vede cosa” collegatevi a Facebook e aprite il vostro profilo. Fate quindi clic sul pulsante a forma di ruota dentata, a destra del vostro nome, e selezionate la funzione Visualizza come…, che mostra la homepage come la vedrebbe un utente non è incluso tra i vostri amici. Una barra semitrasparente, nella parte superiore della pagina, permette di modificare l’obbiettivo di questa funzione: fate clic su Visualizza come una persona specifica e iniziate a digitare il nome di uno dei vostri amici; grazie all’autocompletamento, la pagina proporrà  automaticamente i nomi degli amici corrispondenti alla stringa inserita. Chi utilizza Firefox per navigare su Internet può sfruttare un’altra arma: l’estensione Facebook Privacy Watcher (https://www.daniel-puscher.de/fpw/), che utilizza un codice basato sui colori per semplificare l’individuazione delle impostazioni di privacy di ciascun elemento: le informazioni pubbliche avranno uno sfondo verde, quelle visibili solo agli amici saranno gialle e così via.

Internet 2 copia

Nessun Articolo da visualizzare