Garmin

Security

Garmin, lento ritorno alla normalità

Luca Colantuoni | 27 Luglio 2020

Garmin Sicurezza

Garmin non ha ancora ripristinato completamente i suoi servizi, dopo l’attacco subito la scorsa settimana tramite il ransomware WastedLocker.

Dopo l’attacco subito il 23 luglio, Garmin non ha ancora ripristinato completamente il funzionamento dei servizi. La pagina relativa allo stato di Garmin Connect mostra la situazione attuale con poche funzionalità tornate online. Nel frattempo arriva la conferma che il blocco dei sistemi è stato causato dal ransomware WastedLocker.

Garmin ha pubblicato nel weekend alcune FAQ relative al problema. L’azienda statunitense ha innanzitutto chiarito che i dati relativi alle attività raccolti dai dispositivi durante l’interruzione sono memorizzati su di essi, quindi verranno visualizzati in Garmin Connect alla prossima sincronizzazione. Garmin ha inoltre rassicurato gli utenti, affermando che i dati personali (attività, pagamenti e altro) sono al sicuro.

Anche se non è arrivata nessuna conferma ufficiale sembra ormai certo che il blocco dei servizi sia stato causato da WastedLocker. Un dipendente ha inviato al sito BleepingComputer uno screenshot inequivocabile. Si possono infatti leggere i nomi dei file con estensione .garminwasted. Il ransomware ha quindi colpito i computer della rete aziendale. Sembra che l’attacco sia partito da Taiwan e che il riscatto chiesto dai cybercriminali sia 10 milioni di dollari.

Screenshot Garmin WastedLocker

WastedLocker è stato sviluppato dal gruppo russo Evil Corp (attivo dal 2007), noto per il trojan bancario Dridex, con il quale sono stati rubati oltre 100 milioni di dollari. Per questo motivo i membri del gruppo sono ricercati dall’FBI.

Il dipartimento IT di Garmin ha provato a spegnere da remoto i PC collegati alla rete interna, senza riuscirci. È stato quindi deciso di spegnere tutti i dispositivi ospitati nel data center e ciò ha causato l’interruzione di Garmin Connect e altri servizi.

Wearable

Garmin Venu Sq: lo smartwatch dal prezzo pop

Michele Braga | 28 Ottobre 2020

Garmin Smartwatch

Il Garmin Venu Sq combina un’anima da vero sportwatch con le funzioni più ricercate negli smartwatch moderni per l’uso quotidiano.

L’introduzione del Garmin Venu Sq cambia le carte in tavola proponendo una versione rettangolare del modello Venu con display tipo lanciato lo scorso anno; l’obiettivo è catturare l’attenzione di un pubblico trasversale e differente da quello dei super appassionati di sport che si avvicinano ai prodotti dell’azienda.

Lo schermo Lcd del Garmin Venu Sq offre colori brillanti e buona una leggibilità anche in pieno sole.
Lo schermo Lcd del Garmin Venu Sq offre colori brillanti e buona una leggibilità anche in pieno sole.

Tutto ciò senza venire meno alla filosofia che lega tra loro tutti i prodotti Garmin: uno dei punti di forza del nuovo Garmin Venu Sq risiede proprio nel fatto di integrare la maggior parte delle funzioni presenti sul modello Venu di fascia più alta e tutte le principali funzioni che nel corso degli anni hanno sancito il successo dei prodotti Garmin nell’ambiente dello sport amatoriale e professionistico.

I sensori Garmin Elevate del Venu Sq sono di ultima generazione come quelli presenti sui modelli di fascia più alta.
I sensori Garmin Elevate del Venu Sq sono di ultima generazione come quelli presenti sui modelli di fascia più alta.

Tutto questo è fornito in un dispositivo dal look rettangolare che in passato ha caratterizzato il successo della linea Vivo e che oggi ricorda molto da vicino l’estetica dell’Apple Watch e di molti smartwatch in commercio.

Il Venu Sq è un dispositivo proposto con un prezzo molto accattivante: a 199 euro è possibile acquistare il modello base; questo è uno smartwatch con Gps integrato decisamente completo e che si pone in concorrenza diretta con l’offerta Apple Watch più economica, con i prodotti Fitbit Versa ma anche con soluzioni più di nicchia come i Polar Ignite e Polar Unite.

Nella quotidianità, il Venu Sq
tiene traccia dei passi, dei minuti
di intensità, delle calorie bruciate 
e di molto altro ancora.
Nella quotidianità, il Venu Sq tiene traccia dei passi, dei minuti di intensità, delle calorie bruciate e di molto altro ancora.

Come abbiamo anticipato, uno dei punti di forza del Venu Sq è quello di permettere all’utente di avvicinarsi in modo pressoché completo all’ecosistema Garmin in modo del tutto analogo ai possessori di prodotti ben più costosi e complessi come quelli della serie Fenix e Forerunner. Il Venu Sq è predisposto per tracciare diverse tipologie di attività sportive con supporto alla geolocalizzazione Gps, Galileo e Glonass; in questo modo potrete contare su una geolocalizzazione in grado di operare indipendentemente dal luogo dove vi trovate.

Registra le tue attività grazie a più di 20 app per lo sport tra cui camminata, corsa, bici, nuoto in piscina, golf 
e molto altro.
Registra le tue attività grazie a più di 20 app per lo sport tra cui camminata, corsa, bici, nuoto in piscina, golf e molto altro.

Garmin Elevate

Il parco di sensori integrato Garmin Elevate di ultima generazione permette di monitorare la frequenza del battito cardiaco e il livello di ossigenazione del sangue attraverso il la tecnologia Pulse OX; i dati rilevati permettono di calcolare la frequenza respiratoria e di individuare anche eventuali disordini del sonno come le apnee notturne. Tutti i dati sono combinati con quelli registrati dagli accelerometri e dai giroscopi e consentono di alimentare gli algoritmi di analisi che forniscono indicazioni sulla qualità del sonno, del livello di stress e sulla quantità di energie disponibili per affrontare la giornata.

L'algoritmo Body Battery di Garmin visualizza i livelli di energia del corpo durante la giornata per sapere quando è il momento migliore per allenarsi e riposarsi.
L’algoritmo Body Battery di Garmin visualizza i livelli di energia del corpo durante la giornata per sapere quando è il momento migliore per allenarsi e riposarsi.

Gli algoritmi legati a queste tecnologie sono sempre più raffinati e riescono a darvi informazioni molto più accurate di quanto possa essere la percezione personale del proprio stato fisico. Se ad esempio esagerate un po’ con l’alcol a cena vi accorgerete come la funzione Body Battery sia in grado di rilevare una minore capacità di recupero del vostro organismo durante il sonno e di suggerire un allenamento blando o addirittura una giornata di riposo.

Potreste essere scettici, ma in realtà l’algoritmo Body Battery – non è un caso che Garmin abbia acquistato l’azienda Firstbeat e offra i servizi in licenza agli altri – funziona molto bene e non lascia scampo alle scuse.

Come è fatto

Pur essendo tra gli smartwatch più economici nel portafoglio Garmin, il Venu Sq offre davvero tanto a un prezzo popolare. La qualità costruttiva è quella a cui sono abituati gli utenti Garmin: la cassa in polimeri rinforzati – disponibile in una misura unica – è rifinita da una ghiera in allumino anodizzato che circonda e protegge i bordi del display a cristalli liquidi da 1,3 pollici e con risoluzione di 240 x 240 pixel. Sebbene questo sia molto lontano dalla qualità del modello Venu di fascia alta con display Amoled, il display a colori del Venu Sq non delude e garantisce una buona leggibilità in tutte le condizioni di utilizzo.

Il display offre la tecnologia touch, ma abbiamo apprezzato la presenza di due bottoni fisici che permettono di controllare tutte le funzioni anche quando si indossano i guanti o quando si hanno le mani bagnate o sporche. Il peso del Venu Sq è irrisorio potremmo confrontarlo con quello di molte smartband che offrono molto meno sotto ogni punto di vista.

Quando questo smartwatch e lo smartphone sono associati, puoi inviare la tua posizione ai contatti selezionati manualmente oppure, durante le attività all'aperto, automaticamente grazie al rilevamento incidente integrato.
Quando questo smartwatch e lo smartphone sono associati, puoi inviare la tua posizione ai contatti selezionati manualmente oppure, durante le attività all’aperto, automaticamente grazie al rilevamento incidente integrato.

Un altro punto di forza del Garmin Venu Sq è l’autonomia. Da sempre un fattore discriminante nella scelta degli smartwatch, il Venu Sq può servirvi fino a 6 giorni consecutivi senza ricarica quando è utilizzato solo in modalità smartwatch; attivando la registrazione di attività che includono l’uso del Gps l’autonomia può scendere rapidamente fino a un massimo di 14 ore.

Praticando attività per circa 1 ora al giorno è necessario ricaricare il Venu Sq al quarto giorno; questo per non rischiare di svegliarsi con la batteria a terra, quella dello smartwatch in questo caso. L’utente può decidere di mantenere attivo il display in modo continuo, ma questa scelta riduce ulteriormente la durata della batteria. Siamo lontani dall’autonomia dei modelli Fenix con display MIP transflettivo, ma potrete sempre contare su una durata che va ben oltre a quella della concorrenza.

Scaricate brani e playlist fino a 500 canzoni, oppure musica dagli account Spotify, Deezer o Amazon Music (è necessario un abbonamento). Abbinando gli auricolari wireless potete ascoltare la musica senza smartphone.
Scaricate brani e playlist fino a 500 canzoni, oppure musica dagli account Spotify, Deezer o Amazon Music (è necessario un abbonamento). Abbinando gli auricolari wireless potete ascoltare la musica senza smartphone.

Lo smartwatch è disponibile in due varianti: Venu Sq e Venu Sq Music. La seconda variante da 249 euro permette di caricare nella memoria dello smartwatch fino a 500 brani e di riprodurli senza lo smartphone per accedere a servizi in streaming come Spotify e Deezer.

L’utilizzo della funzione musica, della geolocalizzazione, delle notifiche e la registrazione delle attività riduce l’autonomia a una singola giornata se l’utilizzo è molto intenso. L’autonomia è molto buona e non dovrete quasi mai preoccuparvi di restare a secco di batteria nell’arco di una giornata tra sport e lavoro.

Running coach è una funzione 
che aiuta ad avvicinarsi alla corsa, ma anche a preparare un 5K, una 10K o mezza maratona.
Running coach è una funzione che aiuta ad avvicinarsi alla corsa, ma anche a preparare un 5K, una 10K o mezza maratona.

Uno smartwatch pop

Il Venu Sq non offre solo gran parte delle funzioni sportive dell’universo Garmin – compreso l’accesso alla piattaforma Connect – ma anche a molte funzioni smart utili nella vita quotidiana. Il supporto alle notifiche è affiancato a quello per eseguire pagamenti contactless con Garmin Pay, mentre l’accesso al portale Connect IQ permette di installare widget e app di terze parti. La presenza di connettività Wi-Fi, Bluetooth e ANT+ garantisce la compatibilità con tanti accessori; tra questi trovate i sensori Garmin che potreste già avere a disposizione se utilizzate già altri prodotti dell’azienda.

Garmin Pay è il sistema di pagamento contactless veloce, sicuro e sempre a portata di polso.
Garmin Pay è il sistema di pagamento contactless veloce, sicuro e sempre a portata di polso.

Il Venu Sq sorprende per la sua semplicità, il suo prezzo “pop” e la completezza delle funzioni che mette a disposizione. Se siete degli sportivi forse puntate a un prodotto della linea Forerunner o Fenix; ma se vi state avvicinando allo sport questo è un buon punto di partenza per entrare nell’universo Garmin. L’esperienza della piattaforma Garmin Connect è identica su smartphone iOS o Android e potete fare comunque molto passando dal portale web. A livello di smartwatch le funzioni sono meno evolute rispetto a quelle offerte dall’Apple Watch; Garmin però è un marchio che nasce nel mondo dello sport e su questo terreno avrete tutto quello che vi serve.

La piattaforma Garmin Connect, accessibile dallo smartphone attraverso l’omonima app, permette di avere sempre sott’occhio i dati rilevati dallo smartwatch, le statistiche elaborate dagli algoritmi di analisi e il resoconto delle proprie attività sportive.
La piattaforma Garmin Connect, accessibile dallo smartphone attraverso l’omonima app, permette di avere sempre sott’occhio i dati rilevati dallo smartwatch, le statistiche elaborate dagli algoritmi di analisi e il resoconto delle proprie attività sportive.
Abbinando accessori ANT+ come la fascia cardio è possibile aggiungere ai parametri rilevati dal Garmin Venu Sq anche quelli relativi alle metriche di corsa e nuoto per potersi allenare in modo più efficace e corretto.

Garmin Venu Sq Music in pillole

Il Venu Sq Music aggiunge alle funzioni di base di questo smartwatch la possibilità di caricare brani musicali da ascoltare senza la necessità di portare con sé lo smartphone. Il sovrapprezzo non è eccessivo, ma riduce l’appetibilità del dispositivo. Questa è una funzione che consigliamo solo a chi effettivamente pensa di uscire a correre senza smartphone.

Garmin Venu Sq Music
Euro 249,99
Pro: Tante funzioni a buon prezzo / Supporto per la musica
Contro: A questo prezzo comincia a perdere appetibilità nei confronti della concorrenza

Garmin Venu Sq in pillole

Se state cercando uno smartwatch dal prezzo appetibile ma che al tempo stesso sia in grado di offrirvi e farvi provare l’esperienza offerta da prodotti di gamma più alta, il Venu Sq è un’ottima porta d’ingresso. Questo smartwatch combina l’anima sportiva dei prodotti Garmin con le funzioni di base dei più moderni smartwatch puri. È uno dei migliori prodotti nella sua fascia di prezzo.

Garmin Venu Sq
Euro 199,99
Pro: Ottimo rapporto tra funzioni e prezzo
Contro: Difficile trovargli un vero difetto

Garmin Venu Sq

Wearable

Garmin Venu Sq, smartwatch GPS economico

Luca Colantuoni | 24 Settembre 2020

Garmin Smartwatch Wearable

Il nuovo Garmin Venu Sq ha uno schermo rettangolare da 1,3 pollici, GPS, cardiofrequenzimetro e altri sensori che monitorano lo stato di salute e l’attività fisica.

Garmin ha annunciato un altro smartwatch con GPS integrato, dopo il Forerunner 745 per gli utenti che praticano triathlon. Il nuovo Garmin Venu Sq è utile soprattutto per monitorare i parametri fisici durante le attività in palestra. È disponibile anche la Music Edition con storage per l’ascolto musicale senza smartphone.

Il Garmin Venu Sq possiede una cassa in polimeri fibrorinforzati, una ghiera in alluminio anodizzato e un cinturino (intercambiabile) in silicone. Lo schermo LCD di forma rettangolare, protetto dal Gorilla Glass 3, ha una diagonale di 1,3 pollici e una risoluzione di 240×240 pixel.

Grazie ai sensori integrati (cardiofrequenzimetro, accelerometro, bussola, GPS), lo smartwatch può monitorare lo stato di salute e registrare numerosi parametri durante le attività fisiche. Il Garmin Venu Sq rileva i battiti cardiaci, il livello di stress, la qualità del sonno, il ciclo mestruale e la saturazione di ossigeno nel sangue (Spo2).

Ci sono oltre 20 profili predefiniti per vari sport, tra cui corsa, camminata, bici, nuoto, golf, pilates e yoga. È possibile utilizzare gli allenamenti precaricati o creare allenamenti personalizzati. Non manca ovviamente la ricezione di notifiche per SMS, messaggi, chiamate, eventi e app dallo smartphone collegato via Bluetooth. Quadranti, widget e app possono essere scaricati dallo store Garmin IQ Connect.

Il chip NFC consente infine di effettuare pagamenti contactless con Garmin Pay. La batteria garantisce un’autonomia fino a sei giorni che scende a 14 ore con GPS attivo. Il Venu Sq è disponibile in sette colori. I prezzi sono 199,99 euro per la versione standard e 249,99 euro per la Music Edition.

Garmin Forerunner 745

Wearable

Garmin Forerunner 745, smartwatch GPS per triatleti

Luca Colantuoni | 17 Settembre 2020

Garmin Smartwatch Wearable

Il Garmin Forerunner 745 è uno smartwatch particolarmente indicato per gli utenti che praticano corsa, ciclismo e nuoto, ma è utile anche per altri sport.

Dopo aver fronteggiato e superato l’attacco ransomware di fine luglio, l’azienda statunitense ha ripreso le normali attività e ora ha svelato un nuovo smartwatch per runner e triatleti. Il Garmin Forerunner 745 è la versione aggiornata del Forerunner 735XT con nuove funzionalità avanzate. Ovviamente il prezzo è più elevato.

Lo smartwatch ha uno schermo da 1,2 pollici (240×240 pixel), cassa in polimero e cinturino in silicone. Garmin evidenzia chiaramente le funzionalità specifiche per tre tipi sport (corsa, ciclismo e nuoto), ovvero per il triathlon. L’orologio integra numerosi sensori: cardiofrequenzimetro, GPS, Galileo, accelerometro, altimetro barometrico, bussola, giroscopio e termometro.

Oltre alla possibilità di registrare i parametri per i tre sport suindicati, il Forerunner 745 può misurare anche il valore VO2 Max, il livello di ossigeno nel sangue (SpO2), dello stress e dell’idratazione, il ciclo mestruale e ovviamente i battiti cardiaci. Quando collegato allo smartphone via Bluetooth, lo smartwatch riceve le notifiche per chiamate, messaggi, SMS e da varie app.

È possibile anche controllare la riproduzione musicale dei brani (fino a 500) memorizzati nel dispositivo e utilizzare il servizio Garmin Pay per i pagamenti contactless. App, widget e quadranti possono essere scaricati da Connect IQ Store, mentre i dati vengono sincronizzati con l’app Garmin Connect.

La batteria integrata offre un’autonomia massima di due settimane con GPS disattivato, fino a 16 ore con GPS disattivato e fino a 6 ore con GPS e riproduzione musicale. Il Forerunner 745 è disponibile in quattro colori: Black, Neo Tropic, Flame Red e Whitestone. Può essere acquistato sul sito ufficiale ad un prezzo di 499,99 euro.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.