WhatsApp in arrivo chat protette da password

WhatsApp: sono in arrivo le chat protette da password

Sembra che su WhatsApp sia in arrivo una nuova funzione ovvero le chat protette da password: ecco di cosa si tratterebbe

Secondo quanto riportato da WABetaInfo, WhatsApp sta lavorando per aumentare la sicurezza dei suoi backup su cloud con una nuova funzione di protezione tramite password. Questa dovrebbe crittografare i backup delle chat, rendendoli accessibili solo all’utente. Lo scorso anno WABetaInfo aveva parlato della funzione e oggi ha condiviso uno screenshot di come potrebbe essere la nelle app iOS e Android.

“Per impedire l’accesso non autorizzato al backup di iCloud Drive, puoi impostare una password che verrà utilizzata per crittografare i backup futuri”. Così si legge negli screenshot. “Questa password sarà richiesta quando esegui il ripristino dal backup.” L’app chiederà quindi all’utente di confermare il proprio numero di telefono. Successivamente dovrà selezionare una password lunga almeno otto caratteri. Un altro screenshot avverte che “WhatsApp non sarà in grado di aiutare a recuperare le password dimenticate”.

Un passo verso la sicurezza degli utenti WhatsApp

Le chat di WhatsApp sono crittografate end-to-end, quindi sono visibili solo al mittente e al destinatario. Tuttavia il servizio spiega che questa protezione non si estende ai backup online archiviati su Google Drive e iCloud. Una volta su questi server, la sicurezza dei backup è infatti responsabilità dei fornitori di servizi cloud. Crittografare i backup con una password che solo l’utente conosce teoricamente impedirebbe a chiunque di accedere alla cronologia chat senza la propria autorizzazione.

Questi ultimi rapporti sulla funzionalità arrivano quando WhatsApp ha deciso di cambiare politica sulla privacy. La situazione ha alimentato i timori che l’azienda voglia memorizzare più informazioni e condividerle con società madre Facebook. WhatsApp insiste sul fatto che la nuova politica non influisca sulla sicurezza dei messaggi degli utenti. Tuttavia, i servizi di messaggistica rivali come Signal e Telegram hanno registrato un aumento di utenti.

WhatsApp ha rifiutato di commentare la funzione non ancora annunciata, ma WABetaInfo ha un ha più volte riportato funzionalità prima che diventassero ufficiali. In passato infatti ha individuato funzioni come l’aggiunta di contatti tramite codici QR o i messaggi effimeri prima dei loro annunci ufficiali.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Newsletter di PC Professionale

Nessun Articolo da visualizzare