Flash Player

Flash Player, Adobe consiglierà di eliminare il plugin

Adobe consiglierà di eliminare il plugin Flash Player prima del 31 dicembre 2020 e bloccherà l'esecuzione dei contenuti a partire dal 1 gennaio 2021.

È noto da circa tre anni che il famigerato plugin andrà in pensione a fine 2020. Apple, Google, Microsoft e Mozilla hanno da tempo pianificato l’abbandono di Flash Player, illustrando in maniera dettagliata la roadmap per i loro browser. Adobe ha aggiornato la pagina dedicata per annunciare importanti novità.

Flash Player addio per sempre

Come tutti sanno, il plugin è stato uno dei bersagli preferiti dagli hacker, essendo una raccolta di vulnerabilità che potevano essere sfruttate per eseguire attacchi di ogni tipo. Fortunatamente sono state sviluppate alternative migliori e più sicure, come HTML5, WebGL e WebAssembly che permetto di offrire contenuti multimediali all’interno delle pagine web. Oggi i principali browser chiedono esplicitamente all’utente di attivare il plugin, ma a partire dal 1 gennaio 2021 non verrà più supportato.

Al termine del ciclo di vita (31 dicembre 2020), Adobe non consentirà più il download dal sito e non rilascerà più aggiornamenti. Entro fine anno gli utenti vedranno un avviso che consiglierà di disinstallare il plugin. Considerati i rischi derivanti dall’uso di una versione non aggiornata, Adobe bloccherà l’esecuzione dei contenuti Flash a partire dal 1 gennaio 2021.

L’approccio scelto da Adobe è abbastanza drastico. Circa 10 anni fa è avvenuto uno degli scontri più epici tra la software house di San Jose e Apple, in seguito alla pubblicazione della famosa lettera “Thoughts on Flash” da parte di Steve Jobs con un lungo elenco di motivi per cui Flash non era disponibile su iPhone e iPad. Attualmente solo il 2,6% dei siti web utilizza il software di Adobe, quindi nessuno sentirà la sua mancanza.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.