Una barra delle applicazioni per Ubuntu

SistemiOperativi4

Le funzioni offerte dai sistemi operativi moderni sono quasi equivalenti, anche se l’aspetto grafico e la disposizione degli strumenti possono essere anche molto diversi. Ma la familiarità  con alcuni strumenti fa sentire gli utenti a loro agio, e ne migliora la produttività  fin dal primo istante. Ubuntu da qualche anno utilizza l’interfaccia Unity, caratterizzata da una barra laterale personalizzabile che può essere usata sia per lanciare le applicazioni sia per richiamare e organizzare i programmi in esecuzione.

Chi proviene da Windows, però, potrebbe trovare poco naturale questa impostazione. Molti aspetti di Linux possono essere arricchiti e personalizzati, e l’interfaccia utente non fa eccezione: per esempio, vi si può aggiungere una barra delle applicazioni molto simile a quella dei sistemi operativi Microsoft installando Tint2: il setup può essere completato anche dal terminale. Richiamate una sessione, per esempio con la scorciatoia da tastiera Ctrl+Alt+T, e digitate i comandi:

sudo apt-get update
sudo apt-get install tint2

La prima riga aggiorna l’elenco dei pacchetti disponibili, mentre la seconda avvia l’installazione. Il programma di installazione chiederà  conferma, poi scaricherà  e configurerà  tutto il necessario. Per avere un’anteprima dell’aspetto della barra delle applicazioni, digitate il comando tint2. Per attivare la barra all’avvio del sistema serve un ulteriore passaggio. Chiudete il terminale (la barra scomparirà  insieme alla finestra) e aprite l’applet Applicazioni d’avvio. Fate clic sul pulsante Aggiungi, inserite un nome e una descrizione nei campi Nome e Commento, e digitate tint2 nella casella Comando. Cliccate Aggiungi e chiudete la finestra. Riavviate infine il computer: la barra sarà  subito disponibile.

Nessun Articolo da visualizzare