PhotoStyler, in promozione fino a domani il software per “dare stile” alle foto

Un programma di fotoritocco in grado di mettere alla corda la nostra creatività  perché tra interfaccia grafica a prova di “primo impatto” ed un nutrito set di modelli e strumenti, c’è davvero di che sbizzarrirsi.

Non è certamente un segreto che tutti, nel profondo, sogneremmo di poterci “inculcare” scienza e conoscenza alla stregua di Trinity nel primo, glorioso Matrix, ovvero semplicemente eseguendo un download delle informazioni richieste tra le nostre sinapsi per essere istantaneamente provetti esperti.

Se nel lungometraggio dei fratelli Wachowski l’attenzione era calamitata su un elicottero, nel nostro piccolo ci accontenteremmo anche di cose meno voluminose, come ad esempio saper padroneggiare un programma per il fotoritocco in modo tale da rendere foto senza anima lo specchio delle sensazioni che, all’atto dello scatto, avremmo voluto trasferirvi. Naturalmente le motivazioni potrebbero essere anche meno nobili o profonde, indirizzate a creare clip per l’inserimento in banner pubblicitari, collage di natura personale o lavorativa, foto che semplicemente non ci piacciono per come sono.

L’antibiotico universale ha un nome ed un’etichetta, Photoshop, ma costo di acquisto a parte (comunque non trascurabile…), necessita di un intensivo training prima di lasciarsi addomesticare ragion per cui andando a valutare le alternative, sicuramentePhotoStyler è tra le applicazioni in grado di materializzare le nostre visioni oniriche coniugando la semplicità  e l’intuitività  che ci si aspetta da un qualsiasi programma “for Mac” con la potenza e la flessibilità  di uno strumento concepito ad arte per tali compiti.

Neatberry, la software house fondata lo scorso anno da Yaroslav GlushchenkoEkaterina Achkasova, ha riversato tutto il suo talento in PhotoStyler e nonostante il team sia costituito solo da Yaro, Kati (per inciso marito e moglie…) e Sippy (il programmatore Visual C++, è la testimonianza tangibile di come non servono studi hollywoodiani per realizzare programmi vincenti, ne tantomeno, come sta andando tanto di moda, ricorrere ad un esasperato crowdfunding, ma solo passione, dedizione e tanta voglia di “essere”.

PhotoStyler è un software per l’editing ed il ritocco fotografico che supporta completamente le tecnologie “core” di Apple per l’accelerazione grafica e computazionale ed  è in grado di sfruttare le GPU di ultima generazione per velocizzare l’applicazione di filtri o le operazioni di modifica anche con file di dimensione notevole.

A sorreggere l’applicativo, 4 pilastri: la Creatività , i Presets, l’Automazione ed il Strumenti di Ritocco.

La creatività  trova le sue valvole di sfogo grazie alla presenza di un congruo numero di filtri la cui applicazione, istantanea, permette di avere un riscontro immediato del risultato finale e di tornare indietro nel caso si restasse insoddisfatti. Gli effetti sono sia a livello di meri filtri, ad esempio bianco e nero artistico o sepia, sia piu’ invasivi come l’effetto invecchiamento o polaroid.

Presets, sono invece i numerosi template/modelli resi disponibili dagli sviluppatori per avere un punto di partenza rapido in fase di ritocco la cui peculiarità  è tuttavia di essere completamente personalizzabili quindi abbracciata l’idea, è possibile plasmarla a nostro piacimento.

L’Automazione… è possibile applicare in-batch, ovvero in un sol click, operazioni come il ridimensionamento, il ritaglio, l’applicazione di filtri (anche personalizzati) su gruppi di centinaia di immagini sfruttando naturalmente l’accelerazione hardware eventualmente a disposizione.

Strumenti di Ritocco: ultimo in elenco ma praticamente il “must be” se programma di fotoritocco trattasi. Descriverli singolarmente  richiederebbe una trattazione a sé stante per cui segnaliamo che oltre ad essere oltre dozzina, permettono di lavorare nel 3D e con livelli di masking in stile Photoshop (quindi è possibile eseguire composizioni che si “fondono” e non semplicemente sovrappongono).

Sul sito ufficiale è possibile trovare molte informazioni sul programma, in particolare ci sono due sezioni dedicate all’apprendimento, l’area Screencasts e quella dellamanualistica online, che tuttavia, come il software, sono esclusivamente in lingua inglese.

La versione in promozione fino a domani, acquistabile con il 60% di sconto per11,99 dollari (iniziali $29,99) è la 6.5.1 e può essere scaricare in versione dimostrativa dalla stessa pagina in cui è possibile acquistarne la licenza, qui.

Per l’esecuzione è richiesto un Mac con a bordo CPU Intel (quindi niente PPC…) e sistema operativo Mac OS X 10.6 o più recente.

PCProfessionale © riproduzione riservata.