Microsoft Teams

Microsoft Teams supporta le app di terze parti

Microsoft Teams supporta ora le app di terze parti, quindi è possibile mostrare più informazioni prima, durante e dopo le riunioni.

Microsoft Teams è diventato uno dei servizi più popolari in seguito allo scoppio della pandemia COVID-19. L’azienda di Redmond continua quindi ad aggiornare le varie versioni del software per migliorare l’esperienza d’uso soprattutto in ambito business. Durante l’evento Inspire 2020 dedicato ai partner sono state annunciate diverse novità, tra cui il supporto per le app di terze parti.

Sviluppatori e software house indipendenti possono ora integrare le loro app e i loro servizi con Teams, in modo da offrire più contenuti prima, durante e dopo le riunioni. La nuova funzionalità permette di avere una maggiore flessibilità rispetto alla semplice condivisione dello schermo. È possibile, ad esempio, aggiungere una scheda con un’agenda nella finestra pre-meeting, un pulsante nella barra di controllo della riunione per aprire l’agenda e un sommario nella finestra post-meeting.

Microsoft ha inoltre annunciato due tool per il monitoraggio e la gestione dei dispositivi: Teams Rooms Standard e Premium. La versione Standard è indirizzata agli amministratori IT dell’azienda, mentre la versione Premium permette di lasciare a Microsoft la responsabilità della gestione e del controllo. Tutte le operazioni verranno gestite da remoto.

Novità anche per la suite Microsoft 365. È disponibile la web app di Microsoft Lists che permette di tenere traccia di varie informazioni, tra cui problemi, asset, routine, contatti e inventario. A partire da agosto sarà disponibile anche in Microsoft Teams, mentre la versione iOS arriverà entro fine anno.

L’azienda di Redmond ha infine esteso le funzionalità di DLP (Data Loss Prevention) ai dispositivi, rilasciato la nuova versione di Yammer e annunciato la versione preliminare di Universal Print, un servizio di stampa basato sul cloud che non richiede l’installazione dei driver.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.