Opera

Opera sincronizza i dati con un codice QR

Opera 60 per Android consente di sincronizzare segnalibri, cronologia, schede aperte e altri dati con la versione desktop, utilizzando un semplice codice QR.

La software house norvegese ha annunciato le nuove versioni di Opera per Android e desktop (Windows, macOS e Linux). La novità più interessante è senza dubbio la sincronizzazione dei dati tramite codice QR, quindi senza utilizzare email e password. Altre utili funzionalità sono Flow, Suggested Sites e Easy Files.

Opera 60 per Android e Opera 71 per Windows, macOS e Linux possono ora condividere password dei siti, cronologia, schede aperte, segnalibri e speed dials in maniera più rapida. La sincronizzazione avviene seguendo una semplice procedura. Da desktop deve essere aperta la pagina opera.com/connect. Verrà quindi mostrato un codice QR che dovrà essere inquadrato dal lettore integrato nel browser mobile. Non occorre più digitare le credenziali di login, ma è ancora disponibile l’opzione che sfrutta email e password.

Opera Sync con QR code

La suddetta procedura può essere utilizzata anche per Flow su Android. Si tratta della funzionalità, presente in Opera Touch, che permette di condividere file, link, foto, video e appunti personali tra le versioni mobile e desktop di Opera. È possibile caricare file fino a 10 MB che devono essere scaricati su un altro dispositivo entro le successive 48 ore (alla scadenza verranno eliminati). La sicurezza è garantita dalla crittografia end-to-end.

La software house ha aggiunto su Opera per Android una nuova sezione nella pagina Speed Dial. Qui verranno visualizzati i siti suggeriti in base alle abitudini di navigazione (la funzionalità può essere disattivata).

La novità principale inclusa nella versione desktop è Easy Files. Quando l’utente deve caricare un file, il browser mostra quelli scaricati recentemente in forma visuale (un’anteprima in miniatura). Ciò evita di cercarli nelle cartelle e di ricordare i loro nomi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.