Vegas Movie Studio HD: il video editing targato Sony

Vegas Movie Studio HD Platinum riunisce nello stesso pacchetto un potente software di montaggio e un versatile tool per l’authoring di Dvd e Blu-ray.

Anteprima di Nicola Martello

Articolo tratto da PC Professionale 247 di ottobre 2011

Vegas Movie Studio HD, giunto alla release 11, è il programma di Sony per il montaggio video amatoriale. Derivato dal pacchetto professionale Vegas Pro, è offerto anche in una versione chiamata Platinum (esaminata in questo articolo) che offre varie funzionalità  aggiuntive (tra cui montaggio 3D, creazione di slide show, correzione colore e l’audio multicanale 5.1) ed è corredata di DVD Architect Studio, un software separato per l’authoring di Dvd e Blu-ray.

L’area di lavoro di Vegas Movie Studio HD Platinum è suddivisa in diversi riquadri ridimensionabili a volontà : in alto a sinistra si trovano le finestre con le librerie dei clip e degli effetti, mentre a destra è posizionata l’anteprima. La parte bassa è tutta dedicata alla Timeline, che prevede un massimo di 10 tracce per il video e altrettante per l’audio. Venti tracce in totale non sono moltissime, ma sufficienti nella quasi totalità  dei progetti amatoriali. Il montaggio video avviene in maniera intuitiva ed è facilitato da vari automatismi, come quello che imposta i parametri del progetto in base al formato di un clip scelto dall’utente (per definirli a mano è necessario entrare nel pannello delle proprietà  del progetto appena creato).

Come accennato, la versione Platinum è in grado di gestire i progetti con video stereoscopico, la vera novità  di questa edizione. Il programma può importare ed esportare clip 3D in tutti i formati oggi disponibili, tra cui file separati per l’occhio destro e sinistro, side-by-side e Mvc (Multi View Coding). Inoltre offre diversi tipi di anteprima, tra cui spiccano il classico anaglifo (nella confezione è incluso un paio di occhialini in cartone con lenti rossa e ciano), side-by-side e a linee alterne. Per queste ultime due modalità  è necessario disporre di un computer dotato di scheda video NVIDIA con 3D Vision e un monitor o una Tv 3D compatibile. In nome del 3D Sony ha anche rispolverato il collegamento FireWire, ormai sul viale del tramonto nel settore consumer: un Pc con una scheda video qualsiasi ma dotato di uscita FireWire può essere collegato a un camcorder Dv o Hdv, a sua volta connesso a una Tv 3D.

L’area di lavoro di Vegas Movie Studio HD è divisa in riquadri ridimensionabili, con la Timeline disposta in basso. In alto a sinistra si trovano le librerie, organizzate in schede.

Per correggere l’allineamento delle due scene è disponibile il filtro Stereoscopic 3D Adjust, che consente gli spostamenti in orizzontale e verticale, la regolazione del keystone, e la rotazione. Completa il set di opzioni la funzione di ritaglio – automatico o manuale – dei bordi della scena, per eliminare eventuali cornici nere.

Le transizioni a corredo sono numerose e ogni effetto è disponibile in diverse varianti preimpostate, personalizzabili intervenendo su numerosi parametri che consentono una buona libertà  creativa. L’applicativo comprende molti filtri video, che offrono un buon ventaglio di operazioni grafiche e prevedono (come le tendine) l’uso di fotogrammi chiave per il cambio graduale dei parametri che ne stabiliscono l’effetto. Una particolarità  di questo software è la modalità  di l’assegnazione degli effetti ai clip, che prevede una finestra in cui l’utente accoda i filtri formando una sorta di catena di plug-in. Per animare il movimento di un clip statico o animato posto sopra il flusso principale si usa la finestra Pan/Crop, che offre una serie di parametri per impostare la posizione, la rotazione 2D e l’ingrandimento dello spezzone video selezionato. Tra i filtri più interessanti segnaliamo quelli per il bilanciamento del bianco, e la stabilizzazione delle inquadrature mosse. Il chroma key è disponibile e funziona piuttosto bene, ma nei casi più difficili si sente la mancanza di uno strumento per sopprimere l’alone colorato (spill) che circonda il soggetto ritagliato. Strana è anche la mancanza di una funzione automatica per la correzione dei colori, che quindi va fatta a mano.

La novità  più importante dell’edizione 11 è la possibilità  di creare progetti video 3D, con tanto di anteprima in anaglifo. Un filtro ad hoc consente di regolare la posizione delle due scene (destra e sinistra).

La finestra per l’inserimento di titoli e scritte prevede un’area di digitazione che ha effetto in tempo reale nell’anteprima principale. Le regolazioni disponibili per i testi permettono di scegliere i colori del riempimento e del contorno (che può essere sfumato come un alone) e di impostare un’ombra riportata. Per l’animazione dei titoli Vegas Movie Studio prevede una palette ad hoc, in cui l’utente impostare lo spostamento usando il mouse.

Sul fronte dell’audio, il programma è corredato di ben 360 motivi musicali liberi da copyright utilizzabili per la colonna sonora, ed è in grado di produrre anche tracce multicanale 5.1, codificate in Dolby Digital (per i Dvd Video) oppure Pcm (nel caso dell’esportazione in Blu-ray). Nella Timeline troviamo quattro tracce dedicate (fronte stereo, centro, bassi e posteriore stereo); se ne possono poi aggiungere altre sei, le cui sorgenti virtuali sono posizionabili all’interno dell’area delimitata dai cinque altoparlanti.

1
2

Nessun Articolo da visualizzare