Flight Simulator

Flight Simulator, 10 DVD per l’edizione fisica del gioco

Il simulatore di volo Microsoft avrà anche un’edizione retail con tanto di box, 10 DVD contenenti il grosso dei dati di gioco e un manuale stampato. Il prezzo? In linea con l’offerta digitale.

Il momento del debutto del nuovo Flight Simulator si fa sempre più vicino, e Microsoft ha deciso di offrire un’opzione di acquisto anche per chi non può permettersi di scaricare decine di gigabyte da Internet in poche ore. Microsoft Flight Simulator, anche noto come Flight Simulator 2020, arriverà in Europa in un’edizione fisica comprensiva di ben 10 DVD a doppio strato con i dati di gioco.

A occuparsi dell’edizione retail di Flight Simulator 2020 (FS2020) sarà Aerosoft, partner ufficialmente scelto da Microsoft per gestire l’operazione. Disponibile a partire dal 18 agosto, il box in edizione “standard” del nuovo gioco costerà €70 e includerà, oltre ai 10 DVD succitati, un manuale stampato e una confezione progettata per contenere il tutto.

Flight Simulator 2020 su 10 DVD

Qualora lo volessero, gli appassionati potranno acquistare anche una confezione fisica “premium” di FS2020, mentre è la stessa Aerosoft a spiegare il contenuto dei dischi di gioco. I 10 DVD di Flight Simulator includeranno la totalità dei 90 gigabyte del mondo virtuale e degli aerei creati da Microsoft, così da evitare il download dei dati su connessioni non esattamente adeguate al download veloce di una tale mole di dati.

Oltre ai contenuti principali, dice ancora Aerosoft, FS2020 necessiterà di altri tre componenti per poter girare al meglio: il codice del simulatore da 900MB, presumibilmente disponibile sui DVD ma in via di aggiornamento dai server di Microsoft in fase di installazione, i contenuti in streaming via cloud per le mappe (Bing) e i file di terze parti. Questi ultimi due componenti saranno opzionale, chiarisce Aerosoft, ma Flight Simulator è un gioco che necessita dell’uso del cloud per poter girare al massimo delle sue capacità.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.