Xbox Series X

Xbox Series X, la tecnologia alla base della nuova console

Microsoft ha vuotato quasi del tutto il sacco sulle specifiche tecniche di Xbox Series X, console videoludica di nona generazione che dovrebbe fornire un incremento di prestazioni notevole un po’ su tutti i fronti.

Dopo un primo assaggio delle specifiche ufficiali di Xbox Series X, console videoludica next-gen in arrivo (pandemia da coronavirus permettendo) durante il periodo festivo di fine anno, Microsoft ha ora svelato in dettaglio le caratteristiche tecniche e i componenti integrati nella nuova macchina da gioco domestica.

Redmond evidenzia come il lavoro di sviluppo di Xbox Series X si sia focalizzato sulla realizzazione di un sistema davvero di “nuova generazione”, in grado di fornire un balzo prestazionale significativo sul fronte della grafica 3D, l’audio, i tempi di caricamento dei giochi tramite storage interno e molto altro ancora.

Xbox Series X SoC

Per raggiungere tale obiettivo Microsoft ha dunque costruito la nuova Xbox attorno a un potente SoC dotato di CPU x86 AMD custom (ma basata su architettura Zen 2) con 8 core fisici e una frequenza di funzionamento di 3,8GHz (3,6GHz con SMT), una GPU AMD RDNA 2 custom da 12 teraFLOPS, 16 gigabyte di memoria GDDR6 (10 dei quali dedicati alla GPU), un SSD NVME interno da 1 terabyte (espandibile con un dispositivo di storage aggiuntivo identico all’SSD interno collegato tramite porta esterna).

Completano le specifiche il supporto per i dispositivi di storage “standard” (su porta USB 3.2), un lettore Blu-ray 4K/Ultra HD, un “target di performance” con risoluzione 4K a 60 fps oppure “fino a 120 fps”. Microsoft ha integrato un gran numero di soluzioni tecniche innovative per ridurre al minimo i tempi di caricamento dei giochi, usando ad esempio una tecnologia chiamata Velocity Architecture che riserva 100 gigabyte di storage dell’SSD interno per caricare gli asset dei giochi decomprimendoli via hardware con una banda da 6 gigabyte al secondo.

Xbox Series X, specifiche tecniche

Xbox Series X offrirà ovviamente il ray tracing accelerato via hardware dalla GPU, mentre la retrocompatibilità con la precedente generazione non si limiterà a far girare nativamente i giochi per Xbox (One) ma prevede un miglioramento della grafica tramite algoritmi di upscaling avanzati. A questo punto, l’unica caratteristiche che Microsoft deve ancora rivelare della sua nuova console è il prezzo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.