Come attivare e configurare Hyper-V

Il software di virtualizzazione Hyper-V di Microsoft sta diventando sempre più popolare, sia per merito delle sue ottime caratteristiche sia perché è integrato gratuitamente nelle versioni Pro ed Enterprise di Windows 8. Non è però attivo per default, e molti utenti potrebbero non scoprirlo mai; ecco invece come trovarlo e attivarlo. Dalla schermata Start di Windows 8 richiamate la funzione di ricerca con la scorciatoia Windows+Q; digitate la parola installazione e fate clic sulla categoria Impostazioni. Individuate l’elemento Installazione applicazioni e apritelo con un clic; verrà  visualizzata la finestra Programmi e funzionalità , all’interno del desktop. Fate clic sul collegamento Attivazione o disattivazione delle funzionalità  Windows, nell’elenco di sinistra, per raggiungere la finestra che consente di selezionare e attivare le funzioni opzionali del sistema operativo. Individuate la voce Hyper-V nel lungo elenco di funzioni e aggiungete un segno di spunta accanto ad essa; fate clic sul pulsante OK per avviare la configurazione. Windows cercherà  i file necessari e applicherà  le modifiche richieste.

Dopo aver completato quest’operazione, Hyper-V è disponibile nell’elenco delle applicazioni; aprite la Console di gestione di Hyper-V, che consente di creare nuove macchine virtuali, avviarle oppure collegarsi a un server esterno. Il software è configurato per avviare automaticamente le macchine virtuali che erano attive quando è stato spento il computer: un’impostazione adatta più a un server che ha una workstation, da modificare singolarmente per ogni macchina virtuale. Ecco come: fate clic destro sulla virtual machine da modificare e selezionate Impostazioni. Scorrete nell’elenco di sinistra fino a individuare l’elemento Azione di avvio automatico e modificate l’impostazione scegliendo se non fare nulla, e quindi lasciar spenta la macchina virtuale al riavvio, oppure se avviarla sempre automaticamente.

 

Nessun Articolo da visualizzare