Creare un’immagine di sistema con Windows 8

Nel corso degli anni, e con il succedersi delle versioni, Windows ha integrato strumenti di backup sempre più completi e potenti: un esempio è l’ottimo tool di Windows 7 per creare immagini dei dischi presenti nel sistema. La funzione era accessibile dalla finestra del backup, ma se si cerca lo stesso strumento in Windows 8 si raggiunge la nuova funzione Cronologia File, sicuramente comoda ed efficace, ma molto diversa rispetto a un software che permette di salvare, bit per bit, tutto il contenuto dell’hard disk. Per raggiungere il vecchio tool bisogna scrivere backup nel motore di ricerca della Start Page, fare clic su impostazioni e poi scegliere il collegamento a Ripristino file di Windows 7: nonostante la denominazione poco chiara, si tratta dello strumento di backup della vecchia versione di Windows, portato nel nuovo sistema operativo senza modifiche evidenti.

Nella finestra successiva, all’interno della colonna dei collegamenti lungo il margine sinistro, si trova il link Crea un’immagine del sistema; selezionandolo si raggiunge finalmente la procedura guidata che permette di creare immagini del sistema. Il primo passo è selezionare il percorso di destinazione, scegliendo tra un disco fisso (diverso da quello sorgente), un masterizzatore o un percorso di rete, quindi bisogna scegliere quali partizioni salvare: il tool seleziona per default la partizione di boot e quella di sistema, ma se c’è spazio a sufficienza è consigliabile copiare anche eventuali unità  di dati. Nella finestra Ripristino file di Windows 7 è presente un altro link a uno strumento molto utile: Crea un disco di ripristino del sistema, prezioso in particolare se il computer è stato venduto senza i supporti di installazione.

 

Nessun Articolo da visualizzare