ThrottleStop

Download del giorno: ThrottleStop 9.2

ThrottleStop è un utility indispensabile per tenere sotto controllo il funzionamento e il consumo energetico delle CPU dei PC laptop. Un tool utilissimo anche quando c’è da “limitare” tale consumo, magari tramite undervolting.

CPU-Z permette di controllare con dovizia di particolari i tanti parametri di funzionamento di una CPU, ma se si vuole andare ancora più a fondo occorre passare al “secondo livello” usando un’utility specializzata come ThrottleStop. Un programma che, diversamente da CPU-Z, è anche in grado di agire in maniera pratica sul modo in cui la CPU consuma e gestisce l’energia elettrica e il relativo voltaggio.

Assieme a Intel XTU, infatti, ThrottleStop comprende tutto il necessario per “monitorare e correggere” i fenomeni di throttling termico della CPU. Un’evenienza più che normale in uno spazio compresso e limitato come quello dei PC portatili, che porta inesorabilmente a un dispendio eccessivo di energia, un aumento esagerato di calore e quindi la riduzione automatica della frequenza di funzionamento per evitare, letteralmente, di “fondere” il processore.

Tanti, forse persino troppi i parametri di funzionamento della CPU che ThrottleStop permette di controllare e modificare, e in questo senso l’utility non va utilizzata senza prima documentarsi a dovere. Per fornire una testimonianza personale, sul nostro PC laptop da gioco (Core i7-7700HQ) impieghiamo ThrottleStop per impostare un undervolting di -0,120V all’avvio di Windows. In questo modo possiamo giocare ai titoli di ultima generazione senza temere throttling termici e cali di prestazioni di sorta (GPU a parte).

L’ultima versione di ThrottleStop distribuita in questi giorni (ThrottleStop 9.2) permette di accedere direttamente alle impostazioni energetiche di Windows, ripristina la compatibilità con Windows 7, corregge svariati bug e implementa nuove opzioni per la scelta dei colori e dei font della UI.

Pagina ufficiale del download di ThrottleStop 9.2 per Windows

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.