Usare il disco di installazione di Windows come Cd di emergenza

Quando il sistema operativo non parte, è sempre consigliabile avere a disposizione un disco di recupero di emergenza oppure una distribuzione Live Linux, magari specializzata proprio nella soluzione dei problemi del Pc. Ma se non si dispone di nessuno strumento dedicato, si può comunque tentare di raggiungere i propri dati sfruttando un semplice disco d’installazione di Windows: vediamo come.

Innanzi tutto inserite il disco nel lettore (oppure la chiavetta Usb in una delle porte del Pc, se disponete di un supporto di questo tipo) ed effettuate il boot da questa unità . Quasi tutti i Pc dispongono di un menu di boot richiamabile premendo un tasto specifico durante i primi secondi dopo l’accensione; se il vostro Pc non lo prevede, entrate nelle impostazioni Bios e modificate la priorità  di avvio delle unità  spostando l’hard disk dopo il lettore Cd e i supporti Usb. Dopo qualche secondo di caricamento, l’installer mostrerà  la schermata di benvenuto: selezionate la lingua, premete Avanti, e quindi fate clic sul collegamento Ripristina il computer, nell’angolo inferiore sinistro della finestra. Il passo successivo è raggiungere il prompt dei comandi: se state usando un disco d’installazione di Windows 7 fate clic su Ripristinare il computer utilizzando un’immagine del sistema creata in precedenza, quindi fate clic su Avanti, Annulla e ancora Annulla per raggiungere una finestra che include l’opzione cercata. Nel caso di Windows 8, invece, andate in Risoluzione dei problemi/Opzioni avanzate/Prompt dei comandi. Digitate quindi il comando notepad per richiamare il Blocco Note, e fate clic su File/Apri per aprire la relativa finestra di dialogo. Selezionando Tutti i file questa finestra mostrerà  il contenuto delle unità  del computer e potrà  essere utilizzata come un rudimentale file manager: navigate tra le cartelle alla ricerca dei dati che volete recuperare e quindi copiateli negli appunti tramite il menu contestuale oppure la classica combinazione Ctrl+C. Raggiungete quindi il percorso di destinazione, per esempio una cartella su una chiavetta Usb, e incollateli per iniziare il trasferimento. Un’unica accortezza: evitate i doppi clic sui file, poiché altrimenti il Blocco Note tenterà  di aprirli come se fossero testi, e potrebbe bloccarsi. In questo caso basterà  aprire il Task Manager con il comando taskmgr dal prompt dei comandi, e quindi terminare il processo Notepad.

1.Sistemi Operativi 2

Nessun Articolo da visualizzare