In seguito alla bufera di questi giorni riguardo alla minaccia di Spectre e Meltdown, le aziende si stanno prodigando per risolvere le falle di sicurezza che interessano la maggior parte dei dispositivi tecnologici dal 1995 ad oggi.

Nelle ultime ore Apple ha rotto il silenzio rivelando che pressoché ogni dispositivo equipaggiato con i sistemi operativi iOS e macOS (tranne Apple Watch) è affetto dai bug Spectre e Meltdown, i cui effetti sono però tuttora sconosciuti.
Tuttavia Cupertino nella nota ha riferito che è in corso lo sviluppo delle patch per il browser Safari in grado di risolvere la falla nella sicurezza e, come sostenuto dai rumors, l’azienda aveva già provveduto nei giorni scorsi a mitigare l’efficacia di Meltdown con i recenti aggiornamenti; nei prossimi giorni ne sono previsti altri, anche per arginare il pericolo causato da Spectre.

Anche Intel è tornata sull’argomento, spiegando che entro la fine della prossima settimana il 90% dei dispositivi con processore fornito dall’azienda (negli ultimi 5 anni) verrà protetto con delle patch di sicurezza distribuite dai produttori; l’azienda consiglia inoltre di mantenere attivati gli aggiornamenti automatici.

Microsoft ha invece già rilasciato gli aggiornamenti di sicurezza per la famiglia Surface, disponibili attraverso Windows Update o Windows Download Center.

Che Spectre e Meltdown abbiano i giorni contati? Lo sapremo nei prossimi giorni.

CONDIVIDI
Classe '87, amante della tecnologia e della fotografia.