Honda

Honda, richiamo di 600.000 veicoli per problemi hardware e software

La compagnia automobilistica giapponese ha avviato l’ennesimo, massiccio richiamo di veicoli difettosi negli USA. I problemi vanno dal display del contachilometri malfunzionante alle portiere che possono aprirsi in corsa.

In attesa che le mirabolanti promesse dell’automotive di nuova generazione, IA e Internet-dipendente diventino una realtà concreta per tutti, i veicoli ad alto contenuto tecnologico già su strada continuano a rappresentare un problema più che un vantaggio. Honda è (ancora una volta) della partita, con un richiamo di oltre 600.000 vetture e il rischio, concreto, di provocare danni alla salute fisica delle persone.

In particolare, sono più di 608.000 i veicoli interessati dalla campagna di richiamo di Honda sul territorio statunitense. I proprietari di furgoni e SUV Honda possono verificare direttamente la questione sul sito dell’azienda, mentre i modelli coinvolti includono Odyssey 2018-2020, Passport (2019-2020), Pilot (2019-2021).

Automotive e sicurezza

I difetti identificati da Honda includono sia l’hardware che il software di bordo, e non sono certo problemi da prendere alla leggera. I proprietari di vetture della casa nipponica potrebbero ritrovarsi con il display del contachilometri che non è più in grado di mostrare correttamente la velocità o la pressione dell’olio, telecamere posteriori malfunzionanti e persino portiere che non si chiudono correttamente e rischiano di aprirsi mentre il veicolo è in movimento.

Gli interventi di riparazione saranno a quanto pare gratuiti, e richiederanno in larga misura l’installazione di aggiornamenti software in officine specializzate o la sostituzione delle parti malfunzionanti. Honda non è nuova a questo genere di operazioni: già nel 2018 l’azienda fu costretta a richiamare 232.000 Accord per un problema software.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.