Libra

Facebook, Libra arriva nel 2021 in versione ridotta

Libra, la tanto chiacchierata criptomoneta di Facebook, sarebbe quasi pronta al debutto ma in una forma diversa rispetto ai piani originari.

Il sogno di un’unica moneta globale gestita in esclusiva da Facebook è forse tramontato per sempre, ma il social network in blu ha comunque intenzione di andare avanti con il progetto Libra: la criptomoneta in stile stablecoin potrebbe arrivare già a gennaio 2021, con un supporto limitato a opera delle sole autorità finanziarie statunitensi.

In origine Libra avrebbe dovuto essere una moneta virtuale in grado di fare affidamento sul supporto di diverse valute internazionali, ma l’obiettivo era subito sfumato con l’abbandono dell’associazione da parte di Visa, Mastercard e altri pesi massimi dei pagamenti e della finanza mondiali spaventati dall’inaffidabilità di Facebook.

Utenti Facebook

La pandemia di COVID-19 ha in ogni caso alimentato l’interesse del mercato per le monete virtuali, Bitcoin sta per raggiungere nuove valutazioni record e Facebook è evidentemente interessata a fare tutto il necessario per provare a partecipare a questo nuovo, ricco mercato. I nuovi piani per Libra prevedono il lancio di una criptomoneta stablecoin supportata esclusivamente dal dollaro americano, mentre il wallet virtuale offerto da Facebook non si chiamerà più Calibra ma Novi.

Diversamente da una moneta virtuale come Bitcoin, uno stablecoin non è caratterizzato dalle stesse fluttuazioni di mercato e cambi repentini di valore. Nella sua nuova incarnazione, Facebook intende fornire l’accesso ai servizi di Libra (pagamenti P2P, trasferimento di piccoli fondi) sia tramite il wallet di Novi che via Messenger e WhatsApp.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Newsletter di PC Professionale

Nessun Articolo da visualizzare