Test: tablet HP Omni 10

Il tablet Omni 10  di Hp, nonostante sia pensato per il mondo consumer, è probabilmente il più equilibrato esaminato finora su queste pagine. Non ha grossi punti deboli (a parte lo storage da 32 Gbyte, problema comune in questa fascia di prezzo) ed è stato progettato con attenzione.

HP Omni 10 - 1

Ha un processore Atom particolarmente veloce, un ampio e valido display Full Hd da 10″, una buona connettività  e materiali di prim’ordine, il tutto contenuto in uno spessore di un centimetro e nel ragionevole peso di 650 grammi (come un iPad di quarta generazione, per intenderci). Il prezzo di listino di 400 euro, già  buono, può ridursi di 50 euro nelle offerte della grande distribuzione.

HP Omni 10 2

Il telaio è decisamente particolare: è di tipo monoscocca, senza parti assemblate a parte il display, e sulla parte posteriore ha una finitura in grafite morbida al tatto ma allo stesso tempo molto robusta. Non si avvertono flessioni di sorta, neanche sul display (protetto da uno strato Gorilla Glass 3). L’Omni 10 è in grado di sopportare anche un uso gravoso ed è resistente ai graffi e alle impronte lasciate dalle dita. I pulsanti di accensione e controllo volume sono collocati lungo i bordi; il tasto Home è di tipo touch ed è sul frontale.

Nello slot micro Sd troviamo una scheda da 8 Gbyte che serve per il ripristino del sistema; è meglio toglierla e conservarla, per i propri dati consigliamo di comprarne una da 32 o 64 Gbyte. Nella parte inferiore del telaio ci sono le porte micro Usb 2.0 e micro Hdmi; lo spessore ridotto non ha permesso l’aggiunta di una Usb 3.0 full size.

L’Atom Z3770 (1,4 e 2,3 GHz in modalità  standard e turbo) offre una velocità  superiore rispetto al solito Z3740 e si nota anche nell’utilizzo quotidiano. Anche l’unità  eMmc di produzione Samsung è abbastanza veloce e rende tutto il sistema molto reattivo. Ci sono 11 Gbyte liberi ma va considerato che c’è Microsoft Office Home & Student 2013 in versione completa. Il calore è sempre piuttosto ridotto, anche con la Cpu a pieno carico. Non ci sono ventole quindi il tablet è molto silenzioso. L’interfaccia Wi-Fi regge il segnale anche oltre i canonici 15 metri; manca un modulo Gps e per ora non è disponibile una versione con connettività  3G/4G.

HP Omni 10 pro controIl display Ips da 10″ presenta una risoluzione di 1.920 x 1.200 pixel, ha una buona luminosità  (sensibilmente superiore rispetto al display dell’Asus T100), neri profondi e colori brillanti; il pannello lucido soffre meno degli altri quando si è all’esterno. Ottimi anche gli angoli di visione, senza alcuna perdita di uniformità .

Il touchscreen a 10 punti è sempre preciso e veloce nella risposta. Un display certamente di qualità , non al top ma che non sfigurerebbe su prodotti ben più costosi. Meno buona invece la resa degli speaker, l’audio entra facilmente in distorsione agli alti volumi. La fotocamera posteriore da 8 Mpixel offre scatti solo discreti, anche se leggermente migliori rispetto a quanto visto finora sugli altri modelli.
L’autonomia della batteria è valutabile in sette ore circa di funzionamento; un buon valore ma lontano dalle 10 ore di alcuni concorrenti. È il prezzo da pagare per le superiori prestazioni dell’Atom Z3770.
Pasquale Bruno

Caratteristiche tecniche

Display: 10″ Ips, 1.920 x 1.200 • Cpu: Intel Atom Z3770 1,46 GHz • Ram (Gbyte): 2 • Storage (Gbyte): 32
Slot di espansione: micro Sd • Fotocamera posteriore: 8 Mpixel • Fotocamera anteriore: 2 Mpixel • Connettività : Wi-Fi Broadcom 802.11abgn, Bluetooth 4.0 • Porte: micro Usb 2.0, micro Hdmi, cuffia • Sensori: Accelerometro, giroscopio, luminosità , bussola • Gps: No • Batteria (watt-ora): 31 • Dimensioni (mm): 259 x 9,9 x 181 • Peso (g): 652 • Sistema operativo: Windows 8.1 32 bit

PCProfessionale © riproduzione riservata.