Twitter

Trump perde la protezione di Twitter

In seguito alla sconfitta subita alle elezioni, Trump diventerà un normale cittadino dal 20 gennaio 2021, quindi Twitter eliminerà tutti i tweet che non rispetteranno le regole.

La sconfitta di Trump alle elezioni del 3 novembre avrà conseguenze anche per il suo account personale su Twitter. In base alle regole del social network, l’ex Presidente degli Stati Uniti diventerà un utente normale a partire dal 20 gennaio 2021, ovvero dall’insediamento di Biden alla Casa Bianca. Ciò perché i tweet di Trump non saranno più di interesse pubblico.

Le linee guida di Twitter sono valide per tutti gli account, ma nel 2019 sono state introdotte le “eccezioni per interesse pubblico“. In pratica, se un rappresentante eletto dai cittadini condivide tweet che violano le regole, questi tweet non verranno cancellati. Gli utenti possono ancora leggere i messaggi, ma non avranno la possibilità di interagire tramite Mi piace, Retweet o condivisione.

Negli ultimi mesi, Trump ha pubblicato una serie infinita di tweet che il social network ha censurato per vari motivi. L’ex Presidente ha usato il suo account personale @realDonaldTrump per diffondere fake news sul COVID-19, per incitare alla violenza e per affermare che il voto postale non è sicuro.

A partire dal 20 gennaio 2021, Trump diventerà un semplice cittadino statunitense e quindi perderà la protezione “pubblico interesse”. Ogni tweet che violerà le regole verrà cancellato. La novità riguarderà unicamente il suo account personale. Gli account @POTUS, @FLOTUS (quello della First Lady), @VP (quello del Vice Presidente) e @WhiteHouse verranno trasferiti alla nuova amministrazione Biden, conservando la protezione.

L’account @POTUS passerà nelle mani del nuovo Presidente degli Stati Uniti e verrà resettato (tutti i tweet saranno eliminati). I messaggi pubblicati da Trump verranno spostati nell’account @POTUS45.

Nessun Articolo da visualizzare