VMware Workstation 11 è pronto per Windows 10

VMWare ha rilasciato la versione 11 del suo prodotto per la virtualizzazione desktop. VMWare Workstation 11 (215 euro, Iva inclusa) gira su oltre 200 sistemi operativi tra cui la recente Tech Preview di Windows 10, Windows 2012 R2 for server, Ubuntu 14.10, RHEL 7, CentOS 7, Fedora 20, Debian 7.6 e molti altri. Inoltre supporta i più recenti processori Intel 64-bit x86 e la microarchitettura Haswell. Workstation 11 permette di creare macchine virtuali con 16 vCPU, 8 TByte di dischi virtuali e 64 GByte di memoria. Le applicazioni grafiche hanno poi fino a 2 GByte aggiuntivi di memoria video per macchine virtuali. Un’altra novità  è la connessione con VMware vCloud Air, che consente di estendere e scalare macchine virtuali su un cloud pubblico. Contestualmente VMware ha aggiornato il modulo Player (che da tempo permette non solo di far girare una macchina virtuale creata con Workstation ma anche di crearne di nuove). VMware Player 7 è disponibile in due versioni: una gratuita per uso personale non commerciale, e una a pagamento (Player Pro, 135 euro Iva inclusa) , fondamentalmente identica a parte la licenza d’uso e la capacità  di far girare le VM con restrizioni create con Workstation.

Nessun Articolo da visualizzare