vodafone rete 3g addio italia

Vodafone dice addio al 3G in Italia: da oggi la fase finale

Vodafone dà inizio all'ultima fase per la dismissione delle reti 3G: entro il 28 febbraio i comuni di tutta Italia non potranno più usarle

Da oggi 22 febbraio inizia l’ultima fase che completerà in modo definitivo il processo di dismissione delle reti 3G di Vodafone. Dopo aver posticipato l’inizio di questo cambiamento a novembre 2020, l’operazione ha avuto inizio invece a gennaio 2021. All’inizio del corrente anno infatti si è ufficialmente iniziato a dire addio alla rete 3G di Vodafone, per lasciare spazio alla 4G e alla nascente 5G.

La dismissione della tecnologia 3G è stata suddivisa in 5 diverse fasi, che si sono articolate nel corso delle prime settimane del 2021:

  • Fase 1: dal 25 gennaio all’1 febbraio. I comuni coinvolti sono 583 e la fase è completata;
  • Fase 2: dal’1 febbraio all’8 febbraio. I comuni coinvolti sono 634 e la fase è completata;
  • Fase 3: dall’8 febbraio al 15 febbraio. I comuni coinvolti sono 1.489 e la fase è completata;
  • Fase 4: dal 15 febbraio al 22 febbraio. I comuni coinvolti sono 2.420 e la fase è completata;
  • Fase 5: dal 22 febbraio al 28 febbraio. 100% dei comuni italiani coinvolti.

Entro quindi il 28 febbraio 2021 i comuni di tutta Italia potranno ufficialmente non contare più sull’allacciamento alla rete 3G di Vodafone. La destinazione delle frequenze liberate sarà volta a dare più spazio alla 4G. Questo consentirà agli utenti di usufruire di un servizio più efficiente, e sarà ridotta l’energia elettrica impiegata per far funzionare la rete.

Nel documento ufficiale pubblicato da Vodafone, era presente anche un elenco di nomi di comuni con la data della dismissione della rete 3G. Successivamente poi anche quelli non citati sono stati inclusi nella fase 5, che inizia proprio il 22 febbraio. I servizi 2G e 4G in ogni caso continueranno a poter essere utilizzati, dato che si tratta di una rivalutazione solo della tecnologia 3G.

Il documento di Vodafone sul 3G è disponibile alla lettura e scrive:

I dispositivi connessi attraverso tecnologia 3G e quindi non abilitati al 4G potranno continuare ad effettuare chiamate e inviare SMS, ma potrebbero riscontrare dei rallentamenti della navigazione Internet. Vodafone mette a disposizione delle offerte speciali dedicate a tutti i clienti che intendono sostituire i propri telefoni non ancora abilitati al 4G o che non permettono di navigare su Internet durante le chiamate.

Vodafone ha quindi scelto di venire incontro ai suoi utenti che non possono ancora navigare con il 4G. In questo modo si favorirà l’utilizzo anche a chi ha sfruttato fino a questo momento il 3G.

PCProfessionale © riproduzione riservata.