Dal 21 al 23 giugno si terrà presso il Palacongressi di Rimini la sesta edizione del Web Marketing Festival l’evento italiano più importante sull’innovazione digitale che si presenta quest’anno ricco di novità. A partire dalla durata: per la prima volta il Web Marketing Festival si fa in tre, passando da una full immersion di due giorni a tre giorni. Si tratta di un maxi-contenitore in cui sarà proposto il meglio del mondo digitale in Italia con delle ampie finestre aperte anche verso l’estero. Al momento sono previsti oltre cinquanta eventi, trenta nelle sale formative, rivolte a chi vorrà visitare il festival nell’ottica dell’aggiornamento professionale e poi oltre venti suddivisi in workshop, dibattiti, talk ispirazionali e un’area espositiva con i principali player italiani e internazionali.

Da quest’anno il Web Marketing Festival è ufficialmente membro del “Digital Skills and Jobs Coalition”, un progetto dell’Unione Europea che mira limitare l’analfabetismo digitale per garantire le cpmpetenze basilari nella società e nell’economia digitale di oggi. “L’Italia crede nell’innovazione digitale. Si può sintetizzare così il fermento e l’impegno che si sta propagando all’interno non solo del mondo corporate e business, ma anche educativo, sociale, artistico, culturale – spiega Cosmano Lombardo, Chairman del Web Marketing Festival – l’Italia crede nel digitale, ne ho vista e conosciuta una parte durante le precedenti edizioni del Festival, quella che investe, fa ricerca e crede nelle nuove tecnologie applicate in ogni sfera della società, facendone leve importanti per la crescita e competitività del mercato, ma anche per lo sviluppo e il sostegno di cause sociali. L’Italia crede nell’innovazione, sospinta dai tanti talenti e realtà corporate che creano e portano avanti soluzioni tecnologiche di primo piano, coltivando “in-house” le proprie idee e progetti innovativi, un’avanguardia digitale Made in Italy dalla maturità internazionale. È quello che abbiamo visto nelle passate edizioni e che vedremo, ancora più in grande, nell’edizione 2018 del Web Marketing Festival che ci attende”.

La manifestazione partirà dai numeri record della precedente edizione quando si fecero registrare 12 mila presenze, 200 sponsor e partner, 300 startup e investitori. Anche quest’anno sono attesi i maggiori player del mondo tech, da Google a Facebook, passando per Microsoft e Amazon. Sempre all’interno dell’Area Espositiva quest’anno sarà dato un ampio spazio alle smart technologies e tech solutions: i maker (gli inventori “digitali”) potranno esporre i propri prodotti innovativi facendoci familiarizzare i visitatori.

La Sala Plenaria sarà teatro di talk ispirazionali e dibattiti sui temi d’attualità più caldi: dalla Social Innovation fino a momenti di confronto su Intelligenza Artificiale, Realtà Virtuale e Professioni Digitali. Tra i vari ospiti che interverranno Carlos Bautista, ricercatore della NYU Tandon School of Engineering e ideatore dell’app MineSafe e Marcella Atzori, Blockchain Advisor Ifin Sistemi & EU Blockchain Expert. Ed è qui che si farà il punto sullo stato dell’arte del Digitale e del Digital Marketing con i principali player italiani e internazionali.

All’interno dell’ampio programma formativo, parte del quale è già visibile online con i primi 130 relatori confermati, attualmente sono previste oltre 30 sale formative, ognuna delle quali costituirà un evento per il rispettivo ambito di riferimento. Blockchain e Criptovalute, Content Marketing, Coding & IT, Social Advertising, Big Data e le declinazioni digital in ambito Food, Fashion, PMI ed HR sono solo alcuni tra i principali focus di questa edizione, che verranno analizzati tra momenti di approfondimento e progetti dedicati, ai quali hanno già dato la propria adesione e sostegno diverse grandi realtà e associazioni come Amazon, Barilla, Enel, Fondazione FICO, Legambiente e Gruppo Fini.

Tra gli eventi che assolutamente non dovreste perdervi se andrete a Rimini al Web Marketing Festival c’è il Fake News Hackathon il cui scopo abbondantemente dichiarato in anticipo è quello di contrastare la disinformazione online e risolvere una questione delicata e quanto mai attuale come quella delle fake news, fenomeno che ha generato un impatto socio-economico trasversale a tutti i settori e che necessita della collaborazione di tutti in un percorso di continua innovazione, sfruttando al massimole potenzialità del digitale.

Quest’anno torna anche la Startup Competition che mette a gara chi ha delle (buone) buone idee e che promuoverà l’innovazione e lo spirito imprenditoriale. Insomma un Festival che in tutto e per tutto si pone come punto di riferimento del panorama dell’innovazione digitale italiano e internazionale e che mira a crescere costantemente in quantità e in qualità, con la promessa di continuare a esplorare il mondo digitale in tutti i suoi aspetti, abbinando formazione, innovazione, sostenibilità, musica, intrattenimento, networking, startup, giornalismo, sport e molto altro.

CONDIVIDI
Nato a Roma il 3 giugno del 1981. Giornalista dal 2011, scrive prevalentemente di nuove tecnologie, sport, cultura, fumetti e attualità per la radio, la carta stampata e il web. Nel 2008 pubblica, per la casa editrice Tunué, Politicomics un saggio sul rapporto tra comunicazione politica e fumetti.