WebRender

WebRender, Firefox abilita l’accelerazione del Web con la GPU

La nuova versione di Firefox includerà una funzionalità molto interessante, potenzialmente in grado di incrementare in maniera significativa le prestazioni del browser del Panda Rosso.

Dopo anni di lavoro e di test, WebRender si prepara a diventare parte integrante della dotazione standard di Firefox: la nuova tecnologia Mozilla è progettata per impegnare maggiormente la GPU durante le fasi di rendering delle pagine Web, così da migliorare le prestazioni del browser in modo consistente rispetto alla concorrenza. Nella speranza che, almeno questa volta, non si verifichino disastri come quello recentissimo delle estensioni disabilitate.

Mozilla ha avviato i lavori su WebRender 3 anni e 8 mesi fa, e ora dovrebbero arrivare i primi frutti concreti di cotanto sviluppo con l’integrazione del nuovo engine di rendering nel 5% dei download della nuova release stabile di Firefox (versione 67) in arrivo nelle prossime ore.

Firefox

WebRender è parte integrante del progetto Quantum, un componente programmato in Rust (nuovo linguaggio ideato sempre da Mozilla) che secondo le intenzioni della corporation americana permetterà alle “app” (Web) di girare, nel peggiore dei casi, a 60 frame al secondo contro i 15 fps scarsi delle versioni più recenti di Google Chrome.

Il cammino per raggiungere questo ambizioso obiettivo non è però ancora finito, visto che al momento l’utilizzo di WebRender verrà limitato solo ai sistemi basati su Windows 10 e GPU dedicate prodotte dal NVIDIA. In futuro, la nuova tecnologia di rendering dovrebbe arrivare anche su hardware e sistemi operativi differenti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.