Windows 10, un Blocco Note next-gen nella nuova Build per Insider

La nuova versione provvisoria dell’OS annuncia novità in un certo senso storiche per il classico editor testuale di Windows, che presto dovrebbe risultare anche più compatibile con gli ambienti Linux

0
747

Microsoft ha in questi giorni rilasciato la Build 17713 di Windows 10, nuova versione provvisoria dell’OS universale destinata ai partecipanti del programma Insider (canale Fast) e contenente alcune delle novità che dovrebbero far parte integrante della prossima major release di Windows 10 (1809 o “Redstone 5”).

Come già successo nelle scorse settimane con l’Editor del Registro di sistema, anche questa volta i programmatori di Redmond hanno deciso di dedicare una parte delle loro attenzioni al miglioramento di un’altra applicazione storica dell’ecosistema Windows. Blocco note, l’applicazione in oggetto, è infatti parte integrante di Windows sin dalla primissima versione, mentre Windows 10 1809 dovrebbe rappresentare un salto di qualità notevole per i tanti utenti che ancora utilizzano il tool per le loro esigenze di editing testuale quotidiane.

La versione di Blocco note inclusa nella Build 17713 migliora la suddetta esperienza di editing in un gran numero di aspetti, a cominciare da una funzionalità di ricerca e sostituzione del testo ottimizzata con tanto di selezione automatica delle parole al netto degli spazi; arriva lo “zoom” per la lettura del testo, con appositi comandi da tastiera e per il mouse mutuati da quanto già disponibile da anni sui browser Web.

Il nuovo Blocco note includerà poi una barra di stato opzionale, con l’indicazione di linee, colonne e livello di zoom a seconda delle impostazioni dell’editor. Un’altra novità sicuramente apprezzata dagli utenti – e già annunciata in passato da Microsoft – è poi il supporto ai caratteri speciali di interruzione di linea tipici dei sistemi GNU/Linux, e anche le linee che vanno oltre le dimensioni dello schermo saranno ora rappresentate in modo corretto.

Oltre a migliorare in maniera sensibile Blocco note, l’ultima Build per Insider di Windows 10 include infine novità per l’autenticazione biometrica tramite Windows Hello – ora utilizzabile anche per accedere su Azure Active Directory – una UI per Windows Application Guard, miglioramenti per il browser Edge e altro ancora.

PCProfessionale © riproduzione riservata.