wow space

Wow Space arriva il cloud di Fastweb

Fastweb ha lanciato nella giornata di oggi Wow Space, il servizio cloud della compagnia telefonica dedicato ai propri clienti.

ARRIVA WOW SPACE, IL CLOUD DI FASTWEB

Fastweb lancia nella giornata di oggi Wow Space, servizio facente parte dell’operazione #Nientecomeprima, ovvero una serie di episodi (quest’ultimo è il settimo) che l’operatore telefonico ha avviato lo scorso anno. Il motivo? Illustrare la politica di trasparenza e chiarezza dei propri servizi e delle offerte.

Wow Space permetterà agli utenti Fastweb di immagazzinare nell’archivio qualsiasi file, che sia esso musicale, fotografico o di altro tipo, senza compressione e illimitatamente.
L’organizzazione dei file è pensata in modo che sia possibile accedere ai file direttamente o attraverso apposite cartelle (alcune delle quai create automaticamente), in modo da tener separati video, musica, foto o documenti. Organizzazione che potrà avvenire inoltre assegnando ai file dei tag e attraverso la geolocalizzazione.

Fastweb si attesta così il primato di prima compagnia telefonica ad offrire un servizio di questo tipo; in passato avevamo pubblicato una rassegna delle migliori piattaforme per il salvataggio e la condivisione delle immagini, che appare in questo caso facile ed intuitiva.

WOW SPACE: ILLIMITATO E GRATIS PER SEMPRE FINO A GENNAIO

Wow Space per le caratteristiche offerte, entrerebbe di diritto tra i migliori servizi cloud, sebbene sia indirizzato ai soli clienti dell’azienda. Per attivare il servizio è necessario collegarsi alla propria MyFastPage oppure dall’ apposita applicazione, anche se al momento è disponibile per i soli utenti Android. App che forse deve maturare ancora un poco, ma nonostante questo, risulta efficace, specie nel backup automatico.

wow space
Wow Space sarà disponibile esclusivamente per i clienti Fastweb.

Il servizio  avrà un costo di 9,95 euro l’anno e il primo mese è gratuito. Tuttavia, attivandolo entro il 31 gennaio 2019, Wow Space sarà gratuito per sempre.

Un’operazione quella di Fastweb senza dubbio aggressiva e che potrebbe consentire ai propri utenti di abbandonare i cloud Google Foto o Amazon Drive per via dei limiti e delle restrizioni, al costo di rinunciare un sistema di ricerca “intelligente” presente invece sui servizi di Mountain View e di Jeff Bezos.
Ma a questo prezzo, potrebbe valerne la pena.

PCProfessionale © riproduzione riservata.