Test: desktop compatti da gioco. Msi Nightblade e Next NV-Premium

Due sistemi pensati per i videogiocatori più evoluti alla ricerca di velocità  e senza problemi di budget. Piccoli ma solo nelle dimensioni.

Nell’immaginario comune un desktop da gioco è un Pc di grandi dimensioni, equipaggiato con hardware dalle prestazioni eccezionali, sistemi di raffreddamento evoluti e spesso corredato di luci e serigrafie che servono a conferire un aspetto aggressivo e di potenza. Nel corso degli ultimi anni si è affermata la moda dei desktop da gioco compatti che più degli altri hanno tratto beneficio dal miglioramento dell’efficienza energetica dell’hardware.

L’evoluzione tecnologica nella produzione del silicio, nella gestione delle frequenze operative e dei consumi permette di realizzare processori di sistema e grafici con prestazioni crescenti a fronte di potenze assorbite inferiori. Tutto ciò permette di realizzare componenti che scaldano meno e che quindi possono essere inseriti in telaio più piccoli e con meno ricircolo d’aria rispetto al passato. L’incremento di capacità  dei dischi meccanici e la disponibilità  di dischi Ssd economici – solo pochi anni fa queste unità  erano appannaggio di workstation da migliaia di euro – garantiscono un’elevata capacità  di archiviazione e velocità  con ridotti spazi d’ingombro.

motherMsi

Oggi anche un desktop di piccole o piccolissime dimensioni può offrire prestazioni di primo livello, ma realizzare un sistema compatto di questo tipo è più complesso rispetto a un desktop classico dove è possibile installare componenti di ogni tipo, forma e con consumi elevati. Spazio e ricircolo d’aria ridotti necessitano, infatti, di una progettazione attenta per garantire la stabilità  del sistema in ogni condizione di utilizzo. È quindi fondamentale trovare il punto di equilibrio per bilanciare la capacità  di dissipare il calore tra i diversi componenti in modo che questi possano operare al massimo delle loro potenzialità .

motherNext

Abbiamo provato una soluzione assemblata e proposta da Next e una dimostrativa realizzata da Msi sulla base del barebone Nightblade. Entrambi i produttori hanno allestito linee specifiche tra le quali è possibile trovare il compatto da gioco adatto alle proprie esigenze: si parte da un prezzo base di 600 euro circa fino a raggiungere la soglia dei 2.000 euro. È quindi chiaro che i compatti da gioco sono sistemi piccoli nelle dimensioni, ma non altrettanto nel prezzo dove si paga una costo superiore dovuto al formato e alle caratteristiche della scheda madre e un importo più alto della media per il telaio.

Icon_prestaz01
Per chi ha problemi di spazio o desidera collocare il proprio sistema da gioco in soggiorno a fianco di un televisore di grandi dimensioni, i compatti rappresentano una soluzione ideale oltre che elegante. Grazie alle moderne interfacce di gestione dei videogiochi come lo Steam Big Picture è possibile gestire la propria postazione di gioco in modo simile a quella di una console, magari utilizzando anche un gamepad come quello Microsoft.

Continua a leggere:
> Il test del Next NV Premium
> Il test del Msi Nightblade

1
2
3

Nessun Articolo da visualizzare