Little Nightmares

Gioco della settimana: Little Nightmares

Vivere le fantasie infantili in un incubo a occhi aperti attraverso gli occhi di una bambina dal volto costantemente coperto: questo e molto altro è Little Nightmares.

Uscito su tutte le principali piattaforme videoludiche nel 2017, Little Nightmares è una piccola, inquietante avventura a scorrimento che in questi anni si è guadagnata l’apprezzamento del pubblico e dei giocatori. Non mancano le critiche per un’esperienza che, tutto considerato, vale la pena ripassare ancora oggi in attesa del già annunciato sequel.

Little Nightmares è un puzzle-platformer dall’impostazione assolutamente “cinematica”, un gioco dove la protagonista (una bambina costantemente infagottata nel suo impermeabile giallo chiamate Sei) deve esplorare i diversi ambienti di un misterioso vascello dall’inquietante appellativo di Fauci. Tutto, in Little Nightmares, è in realtà pensato per essere inquietante e far vivere al giocatore un’avventura dai toni decisamente horror.

Procedendo nel suo viaggio attraverso le Fauci, Sei incontrerà parecchi antagonisti in linea con il tono del gioco che vorranno catturarla, ingabbiarla, stritolarla, affettarla, cucinarla e mangiarla, e compito del giocatore sarà impedire a ogni costo il sopraggiungere di questo infausto destino nascondendo Sei dagli inseguitori, evitando di fare rumore o di passare attraverso le zone meglio illuminate di un mondo di gioco splendidamente renderizzato grazie all’Unreal Engine 4.

Col tempo, Bandai Namco e lo sviluppatore svedese Tarsier Studios hanno arricchito l’esperienza di Little Nightmares con tre diversi contenuti scaricabili (DLC): il protagonista in questo caso cambia, i puzzle sono leggermente più impegnativi rispetto al gioco base e la storia procede su binari che rivelano qualche dettaglio in più sulla natura dei personaggi e del mondo delle Fauci. Un’aggiunta comunque utilissima ad allungare i tempi di un gioco non particolarmente longevo.

Little Nightmares è disponibile su PC (via GOG.com), PS4, Xbox One e Switch, e chi ha già giocato al titolo non tema di restare orfano delle bizzarrie delle Fauci troppo a lungo: Bandai Namco e Tarsier hanno da poco annunciato l’arrivo del seguito Little Nightmares 2, titolo che introdurrà nuovi personaggi e un’ambientazione un po’ meno claustrofobica dell’originale.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.