AlternativeTo

Come cercare alternative a software, app e servizi Web con AlternativeTo

Un sito Web specializzato “made in Europe” permette di scoprire alternative ai software, alle app e ai servizi Web. Dai prodotti più popolari a quelli misconosciuti ce n’è davvero per tutti.

Attivo sin dal lontano 2009, AlternativeTo.net è un sito apparentemente molto simile a tante altre “directory software” disponibili sul Web. Diversamente dalle directory tradizionali, però, il servizio è specificatamente pensato per offrire agli utenti una lista di alternative a software noti e meno noti, app per gadget mobile e anche servizi Web remoti gestiti da società di terze parti.

AlternativeTo.net è nato dal lavoro di due sviluppatori svedesi con l’aiuto di “amici e colleghi” attivi in Italia, Finlandia, USA, Francia e altre parti del mondo. Il sito è “app-centrico”, offre un database di decine di migliaia di applicazioni per Windows, macOS, Linux, iPhone, Android e persino console videoludiche dedicate (PlayStation e Xbox). L’attrattiva principale del servizio sono i “like” e le recensioni degli utenti, un approccio in crowdsourcing che deputa alla community il compito di scovare, provare e consigliare le app e i prodotti alternativi.

Nel complesso l’approccio funziona piuttosto bene: cercando il software o il prodotto desiderato sulla homepage del sito, l’utente può navigare attraverso le tante offerte alternative disponibili per il browser Chrome, per il lettore multimediale VLC Media Player, per l’onnipresente servizio di condivisione video YouTube, per il defunto Google Reader e molto, molto altro ancora. Per ogni software, app o servizio presente nel database, AlternativeTo presenta una descrizione e un elenco delle caratteristiche, la homepage, i sistemi supportati, il modello commerciale seguito (freeware, freemium o altro) e tante altre informazioni utili.

Like e alternative

Gli utenti della community possono valutare un particolare software o un’alternativa con un “like” o lasciando una recensione, ed è possibile collegarsi usando un account pre-esistente (Facebook, Twitter, GitHub o altro) oppure creare un account direttamente sul sito. Gli autori di AlternativeTo hanno preparato una lista dei tool usati per lo sviluppo (ciascuno ovviamente dotato della sua lista di alternative), ed è persino presente una lista di servizi alternativi allo stesso AlternativeTo.net.

AlternativeTo.net risulta poi particolarmente utile quando si tratta di cercare alternative per software passati al lato oscuro come CCleaner, una lista destinata inesorabilmente a crescere vista la pessima gestione del tool negli ultimi mesi, oppure di software specialistici e oramai abbandonati dagli sviluppatori originali come Dragon UnPACKer. Qualunque sia lo scenario di utilizzo più adatto a noi, in ogni caso, un sito come AlternativeTo.net si merita pienamente il posto tra i preferiti del nostro browser e tra l’elenco dei servizi Web assolutamente indispensabili, da tenere sempre a portata di mano.

PCProfessionale © riproduzione riservata.