Ransomware

Come combattere i ransomware con ID Ransomware

ID Ransomware è un sito Web che fornisce un aiuto importante nella lotta contro i malware cripta-file. Basta effettuare l’upload di un file “infetto” per verificare la disponibilità di un eventuale tool di decrittazione.

Anche se non sono più “trendy” come negli anni passati, i ransomware continuano a rappresentare una minaccia informatica da non sottovalutare. Le vittime eccellenti dei malware cripta-file continuano a fare notizia, e i danni provocati da questa particolare genìa di crimine informatico hanno da tempo abbandonato la “virtualità” di Internet per colpire duramente le aziende, i consigli municipali, gli ospedali e chissà cos’altro.

Fortunatamente, se i criminali sfruttano i ransomware nel tentativo di fare soldi facili, sviluppatori e volontari lavorano costantemente alla creazione di software di decriptazione in grado di mettere i bastoni tra le ruote ai suddetti cyber-criminali. Uno di questi sviluppatori è Michael Gillespie, autore di un sito specializzato noto come ID Ransomware.

ID Ransomware

In maniera non dissimile dal già trattato progetto No More Ransom, ID Ransomware chiede all’utente di effettuare l’upload di un file cifrato a seguito di un’infezione da ransomware, il file che mostra la richiesta di riscatto oppure l’indirizzo e-mail (o l’URL) comunicato dai cyber-criminali come contatto per pagare il riscatto.

Se il ransomware colpevole dell’infezione è nel database, ID Ransomware sarà in grado di fornire l’accesso al relativo tool di decodifica così da dare alla vittima una speranza di soluzione. Al momento ID Ransomware supporta ben 786 diversi esemplari di ransomware, e Gillespie è costantemente al lavoro per la creazione di nuovi decrittatori oltre ai 100 già sviluppati fin qui.

Quando si ha a che fare con un problema potenzialmente devastante come quello dei ransomware, una fonte di informazioni e possibili soluzioni come ID Ransomware può rappresentare la differenza tra la vita e la morte dei dati che abbiamo archiviati sul PC (o sui PC) che sono caduti vittima di un malware cripta-file.

PCProfessionale © riproduzione riservata.