The Most Dangerous Writing App

The Most Dangerous Writing App, o l’arte di scrivere sotto stress

Con The Most Dangerous Writing App è possibile provare l’ebbrezza della scrittura sotto stress: se non si continua a scrivere, il testo già messo su pagina scompare dopo pochi secondi.

L’offerta di word processor nativi, sul Web o in qualsiasi altra forma, come parte di suite di produttività commerciali o alternative o come tool individuali, non conosce praticamente confini. All’interno di un mercato così variegato, però, uno strumento come The Most Dangerous Writing App (TMDWA) è in grado di differenziarsi grazie alle sue caratteristiche – e finalità – a dir poco peculiari.

In poche parole, The Most Dangerous Writing App è un servizio progettato per quegli autori che danno il meglio di se quando scrivono in forti condizioni di stress. Sulla homepage di TMDWA è possibile impostare la lunghezza temporale di una sessione di scrittura (da 3 a 60 minuti), quindi premere il pulsante Start Writing per aprire l’editor vero e proprio.

The Most Dangerous Writing App - 1

Una volta avviata la digitazione, in TMDWA non bisogna più fermarsi: dopo qualche secondo le parole già digitate cominciano letteralmente a “dissolversi”, e se facciamo passare ancora del tempo senza nuove digitazioni compare un messaggio di “fallimento” e il testo già scritto svanisce per sempre.

The Most Dangerous Writing App - 2

The Most Dangerous Writing App punta tutto sull’essenzialità dell’esperienza, e a parte un paio di pulsante in alto a destra (per impostare il tema scuro e aprire la applet Web a pieno schermo), e un contatore di parole in basso, non c’è nessun altro elemento funzionale a formare la UI del servizio.

Come sottolineato dalla stringata guida del sito, TMDWA è pensato per “zittire” l’editor interno e dare ampio spazio alla scrittura d’impulso o in stile flusso di coscienza, anche se non vi sono particolari limitazioni all’uso di “trucchi” ed è sempre possibile copiare il testo già digitato per incollarlo in un word processor degno di questo nome.

The Most Dangerous Writing App ha in realtà anche una motivazione commerciale, visto che ha il compito di promuovere il software di scrittura “innovativo” Squibler. Anche considerando questo fatto, comunque, usare The Most Dangerous Writing App può essere un esercizio interessante, e molto educativo, per chiunque abbia a che fare con la scrittura per motivi professionali, di studio o amatoriali.

PCProfessionale © riproduzione riservata.