Paul Allen

Addio a Paul Allen, co-fondatore di Microsoft

Uno degli uomini chiave per la nascita del colosso del software assieme a Bill Gates, Allen è morto in seguito alle complicazioni di un cancro che ha combattuto per quasi 30 anni.

Il 15 ottobre 2018, Paul G. Allen è morto all’età di 65 anni. Tecnologo, filantropo, investitore, Allen è noto ai più soprattutto per aver coinvolto Bill Gates nella creazione di Microsoft, un’azienda che dagli anni ’70 in poi si è sviluppata ed è cresciuta esponenzialmente fino a trasformarsi in un’architrave della moderna tecnologia informatica.

Allen conobbe e strinse amicizia con Gates già alle scuole superiori, e i due si mantennero in contatto anche quando la carriera universitaria portò il primo a Washington State e il secondo ad Harvard; Allen fu il primo ad abbandonare l’università per dedicarsi allo sviluppo di software per l’Altair 8800 di MITS (basato sulla CPU 8080 di Intel), convincendo poi Gates a seguirlo nella sua azienda allora nota come Micro-Soft.

Nel 1976 l’azienda cambiò nome diventando Microsoft, uno sviluppatore di software che nel 1980 metterà a segno il “colpaccio” dell’accordo storico di IBM che imporrà il sistema operativo MS-DOS come standard operativo di fatto dei PC “IBM e compatibili”. Il resto, come si dice in questi casi, è storia.

Paul Allen e Bill Gates

Allen fu in realtà costretto a lasciare la co-gestione operativa di Microsoft già nel 1983, un anno dopo aver scoperto di essere affetto dal Linfoma di Hodgkin. Con l’entrata in borsa dell’azienda nel 1986, Allen divenne istantaneamente un miliardario assieme al resto del management di Microsoft (Gates e Steve Ballmer inclusi).

Una lunga e proficua carriera

Allen ha in seguito adoperato la sua fortuna personale creando Vulcan, società di investimenti che nel corso degli anni ha finanziato un gran numero di attività a Seattle (sua città natale) tra squadre sportive, università e istruzione, il MoPOP (Museum of Pop Culture) e altro ancora. Allen era anche un chitarrista con all’attivo un album blues pubblicato nel 2013.

La morte di un uomo nato come tecnologo e cresciuto filantropo, dovuta secondo quanto comunicato da Vulcan alle complicazioni del Linfoma non Hodgkin, chiude a 65 anni una carriera ricca come poche. Nel ricordare lo storico amico e collega, Bill Gates ha parlato di un uomo che ha contribuito a stabilire le basi del personal computing moderno, interessato tanto alla tecnologia quanto al miglioramento della vita delle persone nella sua città così come nel resto del mondo. Allen non si è mai sposato e non aveva figli.

Potrebbe interessarti anche:

30 anni di Personal Computer e 20 anni di PC Professionale

Microsoft tra robot, IA ed MS-DOS

Microsoft vs Linux: abbraccia, estendi, proteggi

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.