Anthem, hard crash su PS4

Anthem, anche la PS4 ha le sue schermate blu della morte

Il problematico titolo di Electronic Arts si fa notare ancora per una “epidemia” di BSOD sulle PS4 degli utenti, al punto da spingere molti a parlare di console “rotte” e non più funzionanti.

Anthem, il nuovo, discusso action-RPG massivo on-line di Electronic Arts (EA) che ha sperimentato problemi fin dal suo debutto sul mercato, sarebbe la causa di un’autentica epidemia di “hard crash” delle console PlayStation 4 degli utenti. Il publisher statunitense ha alla fine ammesso l’esistenza del problema, promettendo una soluzione ma senza dare assicurazioni sui tempi di rilascio del prevedibile update.

Secondo un numero crescente di giocatori, Anthem avrebbe la capacità – invero non comune – di trasformare la PS4 in un qualsiasi sistema Windows angustiato da problemi di instabilità: le BSOD della console Sony si verificano in maniera occasionale, e in certi casi costringono gli utenti ad aspettare qualche minuto prima di poter riaccendere e utilizzare il dispositivo.Image goes here!

BSOD su PS4

Alla fine EA si è dovuta dichiarare “consapevole” dell’esistenza degli hard crash di Anthem, promettendo di investigare a dovere il problema alla ricerca di una soluzione e invitando gli utenti a condividere i dati dei crash sul forum di supporto ufficiale. Al momento di scrivere, la discussione ha raggiunto 151 pagine e i contributi delle “vittime” non accennano a rallentare.

Le BSOD sulla PS4 rappresentano l’ultimo di una lunga serie di (gravi) problemi sperimentati in queste settimane da Anthem, gioco uscito il 22 febbraio ma che è risultato essere pieno di bug e ha lasciato una generale senso di insoddisfazione per un prodotto tripla-A venduto a prezzo pieno ($60). Anche le performance economiche del gioco sono state fin qui inferiori alle aspettative di EA, ed è altamente probabile che gli hard crash favoriscano un ulteriore calo di popolarità.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.