TrovApp

TrovApp attiva il servizio di assistenza

TrovApp permette di cercare e installare le app preferite in modo semplice sui dispositivi con Huawei Mobile Services e ora offre un servizio di assistenza clienti.

Gli smartphone più recenti del produttore cinese, tra cui quelli della serie Huawei P40, non offrono i popolari servizi Google, ma gli utenti possono utilizzare lo store AppGallery per trovare e installare le app. Una valida alternativa è TrovApp, sviluppata dall’italiano Massimo Marzocco. Con l’ultima versione è stato aggiunto il servizio di assistenza clienti e ampliato il numero di applicazioni che possono essere scaricate da store alternativi.

TrovApp: help desk integrato

Gli utenti più esperti possono installare manualmente tutte le app più utili, ma TrovApp semplifica la procedura. Dopo aver effettuato il download da AppGallery e possibile trovare le app preferite, utilizzando la funzione di ricerca oppure il filtro per categoria (sono 16). È presente anche l’ordinamento per nome e popolarità.

TrovApp filtri categorie

Per ogni app viene mostrata la descrizione e la fonte, tra cui il sito dello sviluppatore (ad esempio WhatsApp) e store alternativi (Amazon e APKPure). Nella parte inferiore della schermata sono indicate app che offrono simili funzionalità, come accade per quelle che richiedono necessariamente i Google Play Services. Tramite TrovApp è possibile anche effettuare gli aggiornamenti delle app (con la procedura manuale deve essere installato il nuovo file APK).

TrovApp app per popolarità

Nell’ultima versione è disponibile un servizio di assistenza clienti. L’utente deve toccare l’icona con le cuffie in alto a destra per aprire una chat e quindi chiedere supporto per ogni necessità. TrovApp è compatibile con tutti i dispositivi con HMS (Huawei Mobile Services), non include banner pubblicitari ed è gratuita. Attualmente offre oltre 1.000 app, ma il numero aumenterà nel corso dei prossimi mesi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.