Cos'è GAS e come funziona l'app che ha spodestato TikTok

App

Cos’è GAS e come funziona l’app che ha spodestato TikTok

Andrea Sanna | 17 Novembre 2022

GAS TikTok

In America ha spodestato TikTok. Parliamo dell’app GAS: ecco come funziona e tutto ciò che c’è da sapere a riguardo

Cos’è GAS

Negli Usa ha sfondato superando TikTok e BeReal, si tratta della nuova app GAS, che tra fine ottobre e inizio novembre è stata spesso la più scaricata fra le app gratuite dell’App Store nel Paese a stelle e strisce.

GAS, dall’inglese “to gas someone up”, ha come obiettivo quello di far “gasare” o esaltare chi lo utilizza e far accrescere così la propria autostima. Sebbene la versione Android ancora non sia presente, in tantissimi la stanno scaricando su IOS.

Come funziona

Eccetto qualche rara eccezione sull’app ci si iscrive in forma anonima e in questa maniera si pubblicano dei sondaggi a cui gli amici rispondono. Cioè che permette di fare GAS è di rispondere in maniera positiva al quesito o comunque in modo non troppo aggressivo e negativo.

Le domande possono essere tra le più svariate, dalle scarpe da indossare al film da guardare o ancora cosa acquistare e così via. Ogni utente quindi deve leggere e cliccare una delle opzioni scelte dall’app stessa e colui o colei che ha pubblicato la statistica in questione riceverà un consiglio, un commento o un complimento.

L’utente però non saprà mai da chi arriva e questo potrebbe in qualche modo far acquisire fiducia a chi riceve tale apprezzamento su GAS.

GAS – dov’è disponibile e com’è nata

A dire qualcosa in più a proposito dell’app è Nikita Bier. Il creatore a Bloomberg ha fatto riferimento a TBH, il tool sviluppato che nel 2017 venne acquisito da Facebook e gli ha permesso di lavorare nella compagnia di Menlo Park: “L’ho fatta in questo modo perché volevo ripetere quello che avevo già fatto 5 anni fa, aumentando l’autostima dei teenager e diffondendo positività”.

Sebbene al momento sia complicato dire quanto successo potrà avere GAS, i numeri sembrano dare qualche buona indicazione, considerando che attualmente è disponibile solo in alcuni stati degli USA. Sebbene ci sia stata poca pubblicità, dallo scorso agosto, GAS è stata scaricata oltre mezzo milione di volte. Spesso si è piazzata nei primi posti delle classifiche App Store superando addirittura i 100mila utenti giornalieri.

E mentre BeReal e TikTok seppur popolari e in continuo rinnovamento sembrano perdere un po’ terreno rispetto al passato, GAS invece sta ottenendo via via maggiore successo e considerazione.

GAS è gratis?

In tanti si chiederanno senza dubbio se l’applicazione GAS è o meno gratuita. La risposta è sì, ma è anche previsto una specie di abbonamento della quota di 7 dollari alla settimana.

Questa cifra permette a chi paga di ricevere degli indizi su chi ha votato i sondaggi e capire dunque chi può aver risposto ai propri quesiti. L’opzione (non obbligatoria) porta il nome di God Mode, un termine che nei videogiochi, per esempio permette di sbloccare i poteri e rendere invincibili.

Pensate che la stessa compagnia suggerisce di non farlo. In un post pubblicato qualcuno ha fatto notare come 7 dollari a settimana siano troppi da spendere solo per conoscere chi risponde ai sondaggi. Così chi gestisce l’account ufficiale di TikTok ha risposto con un simpatico: “Non farlo, con l’anonimato è tutto più bello”.

Che ve ne pare dunque di GAS, la nuova app che sta spopolando negli USA?

whatsapp inoltro didascalia immagini

App

WhatsApp permette di inoltrare le didascalie di immagini e i video inviati

Martina Pedretti | 2 Dicembre 2022

WhatsApp

Da oggi WhatsApp permette di inoltrare le didascalie dei immagini, video e GIF inviati, cosa finora impossibile: come fare

Su WhatsApp si possono da ora inoltrare anche le didascalie insieme ai media

WhatsApp ha silenziosamente diffuso una funzione che permette di inoltrare anche la didascalia dei contenuti che si inviano nelle chat. La novità è arrivata sia su Android che su iOS ed era da lungo attesa.

Finora su WhatsApp non si potevano inoltrare le didascalie inserite in immagini, video e GIF inviati a altri utenti. Come funziona questa novità?

L’inoltro con didascalia su WhatsApp parte dalla chat in cui si manda un contenuto con una didascalia, come ad esempio una foto seguita da un testo. Quindi, cosa che finora non accadeva, verrà inoltrata sia la foto che la didascalia, se presente.

Inoltre in fase di Inoltro, si potrà anche cliccare sulla “X“, per eliminare la didascalia qualora la si volesse mandare a una seconda chat. Così facendo si invierà solo il media, come è stato finora.

Come già specificato questa novità funziona per immagini, video, GIF animate e documenti. Inoltre bisogna specificare che il procedimento non intacca la crittografia end-to-end, che continuerà a svolgere il suo lavoro senza diffondere il testo a parti terze.

spotify wrapped quali mesi traccia

App

Quali mesi traccia Spotify Wrapped e quanto è accurato

Martina Pedretti | 1 Dicembre 2022

Spotify

Quale periodo dell’anno viene incluso nello Spotify Wrapped? I mesi tracciati e quanto effettivamente è accurato il conteggio

Di quali mesi dell’anno tiene conto Spotify Wrapped?

Spotify Wrapped 2022 è finalmente arrivato, ma quanto è accurato e quando inizia effettivamente a monitorare le nostre abitudini di ascolto? Ecco di quali mesi tiene traccia la piattaforma.

Il 30 novembre Spotify ha sorpreso Internet lanciando il Wrapped del 2022. Alcuni utenti però hanno segnalato di aver ricevuto risultati molto diversi da quelli che si aspettavano e la ragione è molto semplice.

Nonostante quello che si potrebbe supporre, Spotify Wrapped non calcola gli ascolti in streaming di tutto l’anno corrente. Il periodo tracciato inizia infatti sempre il 1° gennaio e termina il 31 ottobre. Questo dà a Spotify il tempo di mettere insieme tutti i risultati in tempo per dicembre. Tuttavia però ciò significa anche che gli ascolti di novembre e dicembre rimangono sempre esclusi dal conteggio.

Per quanto riguarda l’accuratezza dei risultati, Spotify non parla in dettaglio di come raccoglie i suoi dati. Potrebbe essere infatti che, proprio come Apple Music, Spotify Wrapped conteggi solo i brani ascoltati in modalità online e non tenga traccia di quelli offline. Per questo potrebbe non essere stata conteggiata una parte della musica ascoltata da ogni utente.

Detto questo, per la maggior parte, i risultati ottenuti dovrebbero essere abbastanza accurati. Se quindi non capisci perché quel determinato artista sia nella tua Top 5, non ci sono dubbi sul fatto che tu l’abbia ascoltato molto.

twitter post consigliati utenti non seguiti sempre di più

App

Twitter mostrerà più tweet consigliati di utenti non seguiti

Martina Pedretti | 1 Dicembre 2022

Twitter

L’algoritmo di Twitter mostrerà sempre più tweet consigliati di utenti non seguiti: l’annuncio del social di Elon Musk

Twitter aumenta il numero di tweet consigliati nella Home

Twitter ha annunciato che il suo algoritmo della piattaforma sta per cambiare soprattutto per quanto riguarda i tweet consigliati. Saranno infatti sempre di più i post di creator non seguiti che appariranno sulla home degli utenti.

Anche in questo caso siamo davanti a una delle novità introdotte dal nuovo CEO del social, Elon Musk. La sua idea consiste nel mostrare un numero maggiore di tweet consigliati agli utenti, piuttosto che quelli delle persone effettivamente seguite. Lo scopo è di spingere gli utenti fuori dai propri amici e conoscenti.

Non ci sono al momento troppi dettagli su questa funzionalità in arrivo su Twitter. Sappiamo però che l’algoritmo farà apparire più tweet consigliati nella Home e anche in alcuni punti all’interno della sezione Esplora.

Al momento Twitter presenta due diversi feed, ovvero gli ultimi tweet (quelli in ordine cronologico) e home, che raccoglie i tweet pubblicati dalle persone che seguiamo. 

Sembra che questa novità sin da subito non sia stata accolta positivamente dagli utenti, che non amano ritrovarsi in Home contenuti non richiesti. Sarà quindi l’ennesimo mossa di Elon Musk non apprezzata e che finirà al centro di una polemica?

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.