Facebook

Facebook per iOS, eventi online senza tassa del 30%

Anche su Facebook per iOS sarà possibile organizzare eventi a pagamento, senza versare il 30% di commissione ad Apple, ma solo fino al 31 dicembre 2020.

Facebook ha comunicato che le piccole e medie imprese possono organizzare eventi a pagamento, incassando il 100% della somma anche su iOS. Apple ha infatti accolto la richiesta dell’azienda di Menlo Park, rinunciando alla commissione del 30%, ma solo fino al 31 dicembre 2020. Respinta invece la richiesta di concedere agli utenti la possibilità di impostare Messenger come app di messaggistica predefinita.

Considerati i mancati guadagni dovuti alla pandemia COVID-19 e alla conseguente chiusura delle attività commerciali, Facebook aveva introdotto a fine agosto la funzionalità che permette ai proprietari delle Pagine di organizzare eventi a pagamento. Su Android è possibile utilizzare Facebook Pay come metodo di pagamento, quindi l’intera somma viene girata alle PMI. Su iOS è invece obbligatorio l’uso del sistema di pagamento in-app di Apple, per cui il guadagno viene decurtato del 30%.

Facebook app - eventi online a pagamento
La schermata dei pagamenti su iOS (sinistra) e Android (destra).

Dopo aver ricevuto risposta negativa sull’eliminazione della “tassa”, Facebook voleva almeno avvisare gli utenti con la scritta “Apple prende il 30% di questo acquisto“, ma l’avviso è stato rimosso per evitare il ban dell’app iOS. A sorpresa, Apple ha ora accettato la richiesta dell’azienda di Menlo Park, consentendo l’uso di Facebook Pay e quindi rinunciando alla commissione del 30% fino al 31 dicembre 2020.

La sospensione temporanea della regola non vale però per Facebook Gaming. Apple afferma infatti che gli sviluppatori di giochi non hanno subito perdite economiche in seguito allo scoppio della pandemia COVID-19. Come è noto, la commissione del 30% per ogni acquisto in-app è al centro dello scontro legale tra Apple e Epic Games. La software house e altre aziende, tra cui Spotify e Deezer, hanno recentemente creato la Coalition for App Fairness, il cui obiettivo è ottenere modifiche alle regole degli store digitali, in modo da lasciare libertà di scelta agli utenti e avere una concorrenza leale tra varie piattaforme di distribuzione delle app.

Facebook aveva anche chiesto ad Apple di consentire agli utenti la scelta dell’app di messaggistica predefinita su iOS e iPadOS (Messenger, WhatsApp o altre). La risposta è stata negativa, per cui l’app predefinita rimane iMessage. È invece possibile impostare browser e app alternative per le email con iOS 14 e iPadOS 14.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.