iphone 15 pro rumor

iOS

Nuovi rumor rivelano come potrebbe essere iPhone 15 Pro

Martina Pedretti | 3 Gennaio 2023

iPhone 15

Come sarà iPhone 15 Pro? I nuovi rumor su design e caratteristiche del modello di alta fascia, che pare avrà la porta USB-C

I primi rumor su iPhone 15 Pro

Negli ultimi mesi si sono continuati a susseguire rumor sulle caratteristiche e sul design di iPhone 15, compresa la sua versione Pro. Nelle ultime ore sono trapelate delle novità, riportate dal noto analista Jeff Pu, di Haitong International Securities.

L’analista ha parlato della gamma iPhone 15 Pro e Pro Max. Sembra infatti che l’azienda accantonerà il nome Ultra, in favore del Pro.

I primi dettagli sul design rivelano che i modelli iPhone 15 Pro potranno contare su un frame di titanio con pulsanti solidi. Questa potrebbe essere una brutta notizia per i futuri clienti, dato che il materiale è più costoso del solito acciaio, e quindi l’azienda potrebbe optare anche per un aumento dei prezzi.

Non sembra quindi esserci più spazio per i tasti meccanici, in favore di quelli allo stato solido. In particolare ci si focalizzerà sui pulsanti di volume e accensione, che grazie a due Taptic Engine aggiuntivi garantiranno una risposta aptica a ogni tocco.

Sotto la scocca pare che iPhone 15 Pro avrà un chip A17 Bionic, prodotto da TSMC con nodo a 3 nm, esclusivo dei due modelli di fascia alta. Inoltre tutti gli iPhone 15 avranno 8 GB di RAM, superando quindi i 6 GB di iPhone 14.

Infine, come già sospettato da tempo, iPhone 15 Pro includerà un connettore USB-C, seguendo le nuove regole europee sul caricabatterie unico. Il modello inoltre potrà contare su modem 5G e LTE Qualcomm Snapdragon X70.

Sicuramente nei prossimi mesi Apple saprà confermare o smentire questi rumor sulla nuova gamma di iPhone. Ancora non è nota la data di uscita dei modelli di quest’anno.

novità aggiornamento apple ios 16.2

iOS

Apple rilascia iOS 16.2: tutte le novità

Martina Pedretti | 14 Dicembre 2022

Apple

L’aggiornamento iOS 16.2 è arrivato: tutte le novità lanciate da Apple, dall’app Freeform alla funzionalità Sing di Apple Music

Le novità dell’aggiornamento iOS 16.2 di Apple

Apple ha rilasciato l’aggiornamento iOS 16.2 e iPadOS 16.2, con tante novità interessanti. Tra queste citiamo Freeform e la funzionalità Sing di Apple Music, ma scopriamo tutto nel dettaglio.

Come già detto l’aggiornamento iOS 16.2 ha portato con se la nuova app Freeform. Di cosa si tratta? Gli utenti potranno sfruttare questo strumento per prendere appunti, salvare link e fare disegni, sfruttando la propria creatività in modalità cross-platform.

Invece cos’è Apple Music Sing di iOS 16.2? La novità arriva su iPhone, iPad e Apple TV e si tratta di un vero e proprio karaoke. Infatti lo strumento mostra il testo delle varie canzoni a schermo, per sfidarsi in una gara canora. Sono oltre cinquanta le playlist dedicate, e la funzione è attiva dai modelli iPhone 11.

Tra le novità di iOS 16.2 troviamo poi Advanced Data Protection, che allarga il raggio di azione della crittografia end-to-end di iCloud, Mail, Contatti e Calendario.

Invece iPadOS 16.2 accoglie il supporto ai monitor esterni per Stage Manager se si ha iPad con chi M1 o M2. Apple Home cambia invece vesti, introducendo lo standard Matter, che aumenta la compatibilità e migliora le prestazioni dei dispositivi smart home.

Inoltre con iOS 16.2 si potranno togliere sfondi e notifiche dall’Always-On Display, ma anche ricevere AirDrop solo dai contatti e non da chiunque. Poi è stato introdotto anche un widget che mostra i dati di Sonno da Apple Health e quello che ricorda di prendere determinate Medicine.

Passando alla privacy le novità riguardo anche l’invio di notifiche se un AirTag estraneo segue l’utente, e la possibilità di nascondere l’IP per siti specifici su Safari.

Infine ci sono anche tante altre piccole migliorie, bug fix, ottimizzazioni grafiche. Per scaricare l’aggiornamento iOS 16.2 basterà recarsi su Impostazioni e seguire ogni passaggio del proprio iPhone.

apple aprire app store terze parti ios 17

iOS

Apple accoglierà app store di terze parti su iOS 17

Martina Pedretti | 14 Dicembre 2022

Apple

Pare che Apple si stia preparando per accogliere app store di terze parti su iOS 17, come parte di un’imposizione legislativa

Apple sembra si sita preparando per includere gli app store di terze parti su iOS 17

Sembra che Apple si sta preparando ad accogliere su iOS anche gli app store concorrenti. Secondo Mark Gurman di Bloomberg, il team di software e servizi dell’azienda sta valutando infatti di aprire anche agli shop di terze parti.

Secondo Gurman, Apple prevede di aprire le porte agli app store di terze parti insieme al rilascio di iOS 17 il prossimo anno. Questa decisione arriverebbe per sottostare alle nuove regole della Digital Markets and Services Act dell’Unione Europea. Infatti tutte le compagnie che offrono servizi digitali dovranno rispettarlo entro il 2024 per operare in Europa.

La legge infatti prevede diversi cambiamenti in casa Apple, che potrà continuare a chiedere il 15 o 30% agli sviluppatori per essere tra le sue fila, ma dovrà consentire di installare altri app store per fornire una scelta agli utenti.

Apple poi dovrebbe aprire le principali API e funzionalità, comprese quelle che controllano l’NFC dell’iPhone e le tecnologie della fotocamera, a sviluppatori esterni. Infatti dovrà permette di utilizzare l’NFC di iPhone per i pagamenti, non solo con l’app Wallet o con il servizio Apple Pay. Inoltre potrebbe dover anche concedere la sua rete Dov’è a concorrenti come Tile. Però Gurman riferisce che l’integrazione di RCS all’interno di iMessage non è attualmente sul tavolo.

L’analista di Bloomerg osserva che il lavoro che la società sta intraprendendo potrebbe gettare le basi per cambiamenti simili in altri mercati. Infatti, mentre i legislatori americani stanno prendendo in considerazione una legislazione simile al Digital Markets Act, la loro versione, l’Open App Markets Act, deve ancora essere approvata.

ios 16 uscita novità

iOS

iOS 16: quando esce, iPhone compatibili e novità

Martina Pedretti | 12 Settembre 2022

Tutto su iOS 16

Apple ha annunciato iOS 16 al WWDC 2022, presentando tutte le nuove funzionalità in arrivo su iPhone. Cosa sappiamo su dispositivi supportati, design, quando esce e funzioni.

iOS 16 quando esce

Come già detto, Apple ha annunciato iOS 16 al WWDC 2022. Infatti l’azienda è solita sfruttare la Worldwide Developer Conference come palco dove svelare novità legate ai propri sistemi operativi agli sviluppatori. Grazie a questo evento, le varie realtà possono mettersi al lavoro sulle app in vista dell’uscita del nuovo aggiornamento.

Non sappiamo quando esce iOS 16, ma il giorno in cui in cui è stato annunciato è il 6 giugno 2022, durante il quale si è tenuto il keynote di Apple. L’evento WWDC 2022 è durato poi fino al 10 giugno. Nei mesi successivi sono arrivate poi le beta pubbliche, fino alla versione definitiva del sistema operativo. Lo vedremo debuttare prima del 2023? La risposta è sì!

Il 12 settembre, dalle ore 19 in poi e tutti gli utenti in possesso di un iPhone o di un Apple Watch compatibile potranno aggiornarlo ad iOS 16 e a watchOS 9.

iPhone compatibili iOS 16

Lo scorso anno Apple ha annunciato che iOS 15 avrebbe funzionato su tutti i dispositivi che avevano avuto accesso a iOS 14. Tuttavia con iOS 16 non sembra che succederà la stessa cosa.

Come anticipavano i primi rumor iOS 16 cesserà il supporto, quindi non essere più compatibile, a iPhone 6s, iPhone 6s Plus e al primo iPhone SE, del 2016. Infatti sarà disponibile solo per iPhone 8 e versioni successive.

Novità e funzioni

Pare che iOS 16 non complicherà la vita agli utenti, in quanto il suo design rimarrà pressoché lo stesso, con l’aggiunta di qualche nuovo widget. Per quanto riguarda le novità in arrivo, molte sono state presentate durante l’evento WWDC.

La parola chiave di questo sistema operativo è “personlizzazione“. Infatti iOS 16 permette di modificare i contenuti della schermata di blocco. Si possono scegliere il font, le dimensioni e anche il colore. Lo stesso vale poi per l’orologio, per le notifiche e i widget. La nuova lock screen permette poi di spostare le notifiche nella parte inferiore dello schermo per evitare che queste coprano sfondi e widget. Si potranno mettere in primo piano le foto preferite, sceglendo lo stile di numeri e lettere, e aggiungendo i widget che si preferiscono per avere sott’occhio le informazioni che servono.

ios 16 personalizzazione
La personalizzazione su iOS 16

Un’altra importante novità è la modalità Focus, che con iOS 16 permette di accedere a diverse funzioni dalla schermata di blocco. Infatti si può cambiare widget e sfondi in base al Focus scelto. Inoltre Focus si applica anche alle app: ad esempio Safari permette di rimuovere le schede non legate al lavoro quando il focus è nelle ore lavorative. Infatti si possono creare più schermate di blocco con sfondi e stili diversi, e passare facilmente da una all’altra.

Passando ai Messaggi, gli utenti potranno modificare il testo inviato per correggerlo. Inoltre sarà disponibile la nuova funzione Annulla invio, oltre allo strumento per contrassegnare un intero thread come non letto.

Le notifiche inoltre appaiono nella parte bassa della schermata di blocco, per essere più discrete. Si può scegliere divederle come elenco o raggruppate, oppure scegliere di nasconderle del tutto.

Attività in tempo reale: questa nuova funzione permetterà di seguire in tempo reale un’attività o un evento in corso direttamente dalla schermata di blocco.

Con iOS 16 arriva anche la funzione Live Text nei video, che consente agli utenti di ritagliare delle porzioni testo dai video. Passando poi a Wallet, Apple ha annunciato la funzione Apple Pay Later, per effettuare pagamenti nel corso di un determinato periodo di tempo.

Si passa poi al Privacy Check, uno strumento per ripristinare le autorizzazioni di privacy del sistema per tutte le app e interrompere il rilevamento della posizione in tempo reale.

Inoltre, iOS 16 riporta la percentuale della batteria su iPhone, dopo ben 5 anni.

Tante altre novità di iOS 16 le trovate QUI.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.