Project xCloud

Project xCloud anche su iOS tramite web app nel 2021

Microsoft ha confermato che il suo servizio di game streaming Project xCloud sarà disponibile anche su iOS nel 2021 tramite una soluzione basata su browser.

Microsoft ha annunciato che il suo servizio di game streaming arriverà anche su iOS nel 2021. Project xCloud sarà accessibile tramite una web app, consentendo di “aggirare” le linee guida di App Store. È la stessa Apple che suggerisce questa soluzione alternativa, sfruttata da Amazon Luna.

Il servizio di cloud gaming è disponibile su Android dal 15 settembre. Apple non permette invece la pubblicazione dell’app Xbox Game Pass (e la sottoscrizione dell’abbonamento Ultimate), in quanto non può verificare preliminarmente i giochi offerti dalla piattaforma. L’unico modo (impraticabile) per ricevere l’approvazione sarebbe distribuire i titoli singolarmente e creare un catalogo con i link diretti.

Durante un meeting con i dipendenti, Phil Spencer (responsabile della divisione gaming) ha confermato che Project xCloud arriverà su iOS tramite una soluzione basata su browser, ovvero una web app (una Progressive Web App per l’esattezza), lo stesso “workaround” utilizzato da Amazon Luna. Si tratta in pratica di un sito web che può essere avviato all’esterno di Safari attraverso la sua icona sulla schermata home, come avviene con le app standard. Questa soluzione è consentita dalle linee guida di App Store. Resta da vedere se le prestazioni sono paragonabili a quelle dell’app nativa.

Durante il meeting, il dirigente di Microsoft ha inoltre parlato dei piani relativi a Windows 10. Il servizio di game streaming arriverà anche su PC nel corso del 2021. L’azienda di Redmond ha avviato i test da quasi sette mesi (i dipendenti possono accedere ad una versione preliminare), quindi il debutto sembra molto vicino.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.