Amazon Luna

Amazon Luna è il cloud gaming del colosso dell’e-commerce

Il tanto chiacchierato servizio di streaming videoludico a mezzo cloud di Amazon è ufficiale. Luna girerà su AWS, sfrutterà le GPU NVIDIA e richiederà il pagamento di abbonamenti multipli per offrire il meglio di se.

Quello che era fin qui conosciuto come Project Tempo si chiamerà Luna, e permetterà ad Amazon di inserirsi nel sempre più affollato mercato dello streaming videoludico a mezzo cloud. Un business ricco di nuove proposte, ma che si è già ridotto agli sconti per garantire un minimo di appeal presso un pubblico niente affatto entusiasta.

Google e Microsoft (tra gli altri) hanno già il loro servizio di streaming giocoso, quindi Amazon non poteva certo mancare nella lista dei provider del cloud gaming. Amazon Luna promette un accesso facile e veloce ai giochi su qualsiasi tipo di dispositivo, garantendo un avvio immediato delle esperienze ludiche senza necessità di download o aggiornamenti aggiuntivi a ogni nuova sessione.

Amazon Luna sarà un’esperienza ottimizzata per il browser Web in formato PWA (Progressive Web Application), e per tale ragione può vantare la compatibilità anche con iPhone/iOS laddove gli altri provider sono stati tagliati fuori dalle policy restrittive di Apple. Ovviamente garantito il supporto anche per la piattaforma da gioco più potente in circolazione (PC), per Fire TV e per i Mac. In arrivo anche il supporto per i gadget Android.

Il costo base di Amazon Luna sarà di 6 dollari al mese, e tale abbonamento garantirà risoluzioni “fino a” Ultra HD/4K (a scelta degli sviluppatori), una libreria di giochi sempre crescente, lo streaming su due dispositivi in contemporanea. Diversamente da Google Stadia, per Luna non è prevista l’opzione di acquisto per ogni singolo gioco ma il pagamento di ulteriori oboli aggiuntivi per “canali” dedicati ai singoli publisher come quello già annunciato di Ubisoft.

Dal punto di vista hardware, Amazon Luna girerà sulla piattaforma AWS e sfrutterà le GPU NVIDIA T4 con architettura Turing. Una scelta che, a dire di Amazon, ridurrà di molto il lavoro di porting necessario per far girare i giochi sulla piattaforma rispetto alle offerte della concorrenza.

Amazon Luna cloud gaming futuro
Fonte immagine: https://cad-comic.com/comic/wretched/

Resta da capire quale futuro avrà Luna in un mercato sempre più inflazionato, e dove sono gli stessi publisher ad ammettere candidamente che, al di là del marketing, agli utenti comuni il cloud gaming non interessa poi molto. Gli appassionati hanno invece un’ampia scelta di hardware e macchine dedicate in grado di far girare al meglio il loro giochi preferiti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.