WhatsApp - sticker animati

WhatsApp: sticker animati, codici QR e altro

Nelle prossime settimane arriveranno diverse novità su WhatsApp, tra cui l'aggiunta dei contatti tramite codici QR e gli sticker animati.

WhatsApp ha annunciato cinque nuove funzionalità che arriveranno sulle varie versioni dell’app di messaggistica nel corso delle prossime settimane. Una di esse è quella che permette di aggiungere i contatti tramite codici QR. Altre novità sono gli sticker animati, miglioramenti alla videochiamate di gruppo, gli aggiornamenti di stato su KaiOS e la modalità scura su web e desktop.

WhatsApp, le novità in arrivo

La funzionalità sicuramente più attesa e utile è quella che permette di aggiungere i contatti senza inserire manualmente il numero di telefono. È sufficiente inquadrare con la fotocamera il codice QR visualizzato sullo schermo dello smartphone del nuovo contatto. WhatsApp mostrerà il numero di telefono nella parte inferiore e il pulsante per aggiungere il contatto.

Gli utenti potranno inoltre comunicare in maniera più divertente con gli sticker animati. The Verge afferma che sono simili a quelli già disponibili con l’aggiunta dell’animazione, ma sicuramente arriveranno nuovi sticker nelle prossime settimane. Telegram offre gli sticker animati da circa un anno.

WhatsApp supporta le videochiamate di gruppo con un massimo di 8 partecipanti. Presto sarà possibile visualizzare a schermo intero il feed di un singolo partecipante, tenendo premuto sul video. È stata inoltre aggiunta un’icona del video nelle chat con un massimo di 8 partecipanti, in modo da avviare una videochiamata di gruppo con un solo tocco.

La modalità scura (dark mode) disponibile da marzo su Android e iOS arriverà anche su WhatsApp Web e WhatsApp Desktop. Infine, la versione per KaiOS (sistema operativo installato sui feature phone) consentirà di condividere gli aggiornamenti di stato che scompariranno dopo 24 ore.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.