News

Apple MacWorld Expo ’09: ecco 7 pagine con tutte le novità 

Redazione | 7 Gennaio 2009

Nella serata di ieri si è tenuto il keynote di apertura del MacWorld Expo 2009, l’ultimo al quale Apple ha […]

Nella serata di ieri si è tenuto il keynote di apertura del MacWorld Expo 2009, l’ultimo al quale Apple ha dichiarato di voler partecipare e il primo non tenuto direttamente da Steve Jobs, il leader carismatico della compagnia di Cupertino.

L’attenzione si è concentrata principalmente sul software, disattendendo in parte le attese degli appassionati relative a un ipotetico iPhone nano o a un aggiornamento del Mac Mini.

Presentate ieri le nuove versioni dei due software “annuali” di Apple: iLife e iWork. Le novità  sono molte e importanti per entrambe le suite, e rispecchiano in parte le indiscrezioni dei giorni scorsi.

iLife ‘09

hero-ilife-20090106.png 

Le innovazioni hanno riguardato tutti i programmi della suite, con un attenzione particolare ad iPhoto ’09, iMovie ’09 e Garageband ’09.

slideshows_img_20090106.jpg 

Il software di organizzazione fotografica di Apple, iPhoto, dopo la funzionalità  Events introdotta lo scorso anno che permette di catalogare la propria libreria in base ai cosiddetti “eventi”, gestibili dagli utenti, aggiunge due nuovi modi di catalogazione, che aprono nuove e interessanti possibilità .

overlay_organize_01_20090106.pngIl primo viene chiamato da Apple “Faces” e permette di contrassegnare i volti dei soggetti fotografati in maniera automatica. Un sofisticato algoritmo di riconoscimento facciale permette infatti di identificare tutti i volti presenti nelle fotografie e, dando un nome a un volto in una di esse, è possibile creare rapidamente un album virtuale contenente tutte le immagini in cui appare il soggetto.

overlay_organize_03_20090106.pngiPhoto si occupa del riconoscimento, di contrassegnare le persone e lascia all’utente la possibilità  di decidere (in caso di dubbio del software) se un volto è davvero quello di una delle persone indicate.

La seconda modalità  introdotta prende il nome di “Places” e si basa sulle tecniche di geotagging; nella pratica è possibile associare ad ogni singola fotografia le coordinate Gps del luogo in cui è stata scattata (utilizzando per esempio appositi accessori delle fotocamere moderne), coordinate che verranno tradotte da iPhoto nel nome del luogo geografico.

 

places_img_20090106.jpg

In alternativa è possibile indicare direttamente in iPhoto il luogo di scatto utilizzando il planisfero classico di Google Maps.

54664564.jpgApple, attenta come al solito alle tendenze del web, non tralascia di inserire in iPhoto due interessanti caratteristiche adatte ad essere utilizzate con due dei servizi web più in auge: Flickr e Facebook. I più attenti avranno certamente associato le funzionalità  esposte sopra a qualcosa di simile riscontrabile a questi due software. Tramite iPhoto è ora possibile pubblicare direttamente le immagini su Flickr o Facebook, sfruttando le capacità  di geotagging del primo e quelle di tag nel secondo. Facebook in particolare, molto di moda nel mondo informatico italiano, permette di inserire tag sui visi delle persone, caratteristica ripresa da iPhoto con Faces. La novità  è che le immagini pubblicate tramite iPhoto possono essere taggate su Facebook e il risultato appreso dal software per l’inserimento dei nomi sui volti ancora sconosciuti.

< Indietro Successivo >

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.