Chredge

ChrEdge, la versione “Chromificata” di Edge, arriva a gennaio 2020

Microsoft ha annunciato il periodo in cui intende lanciare la prima versione stabile della nuova incarnazione di Edge, browser basato su Chromium ma dotato di funzionalità esclusive non disponibili su Google Chrome.

Dopo un periodo relativamente breve di test e versioni provvisorie date in pasto agli utenti desiderosi di fare i betatester volontari, Microsoft dice ora di essere quasi pronta a distribuire la prima release stabile del nuovo Edge: il browser nativo di Windows 10 ha adottato il progetto Chromium ma intende dire la sua in un mondo popolato da cloni di Chrome, e presto anche gli utenti finali potranno toccare con mano il frutto del lavoro degli sviluppatori di Redmond.

In particolare, ha svelato Microsoft in queste ore, la versione “Chromificata” di Edge (ufficiosamente nota anche come ChrEdge) debutterà per la prima volta nel canale “Stabile” del software il prossimo 15 gennaio 2020. Microsoft ha distribuito una nuova Beta di Edge+Chromium che può essere considerata a tutti gli effetti come una “Release Candidate” in anticipo sulla prima versione stabile.

Microsoft Edge Channels

ChrEdge, che per l’occasione si vestirà di nuovo adottando un logo diverso sia dal vecchio Edge che da Chrome/Chromium, è attualmente disponibile in tre canali diversi per Insider (Beta, Dev e Canary) con differenti livelli di instabilità del codice sorgente. A gennaio arriverà quindi un ulteriore canale, e a quel punto il nuovo browser diverrà ufficialmente disponibile con una versione stabile sia per sistemi operativi Windows che per macOS.

In seguito il nuovo Edge arriverà anche su Linux, ha confermato ancora una volta Microsoft, mentre le funzionalità esclusive che il browser Microsoft potrà vantare nei confronti di un clone di Chrome qualsiasi includono una funzionalità di raccolta tematica di siti Web (Collections), una sandbox gestita da Windows Defender, una modalità compatibile con Internet Explorer e altro ancora.

PCProfessionale © riproduzione riservata.