E3

E3 2020, Sony lascia il palco a Microsoft e Xbox

Anche quest’anno Sony non sarà presente alla tradizionale kermesse videoludica di Los Angeles nota come E3. Microsoft, invece, ha confermato di essere al lavoro per una presentazione in grande stile della nuova console Xbox.

Come già fatto nel 2019, Sony diserterà l’edizione 2020 dell’Electronic Entertainment Expo (E3) di Los Angeles. La corporation nipponica ha confermato di voler ancora una volta fare le cose in proprio, seguendo una strategia di marketing tutta “fatta in casa” piuttosto che affidandosi alla tradizionale kermesse videoludica che ogni anno catalizza l’attenzione del pubblico e del business nella sua interezza.

Il 2020 sarà un anno particolarmente importante per il marchio PlayStation grazie al debutto della già annunciata PlayStation 5, e a quanto pare la “vision” di un maxi-evento come l’E3 non è più allineata ai piani già decisi da Sony per promuovere al meglio il business videoludico di PS4 e della suddetta PS5.

Logo PlayStation

Piuttosto, Sony ha dichiarato l’intenzione di sfruttare “centinaia” di eventi consumer sparsi in giro per il mondo per mostrare al mondo tutte le novità in cantiere per le console PlayStation di ottava e nona generazione. Al momento non è chiaro, né chiarito ufficialmente dalla diretta interessata, quali siano gli eventi in cui Sony ha deciso di comparire nel corso del 2020.

Chi invece ha confermato la propria presenza sul palco dell’E3 di Los Angeles è Microsoft, che come Sony nel 2020 si gioca le chance di successo nella nona generazione di console videoludiche con Xbox Series X: Microsoft è attivamente al lavoro per preparare lo show dell’E3, ha confermato il gran capo di Xbox Phil Spencer, e la speranza è a questo punto che l’assenza di Sony favorisca l’appeal e l’esposizione pubblica della macchina next-gen del “Green team” di Redmond.

PCProfessionale © riproduzione riservata.