Fujitsu Stylistic: tablet business con Windows 7

Il Fujitsu Stylistic Q550 nasce espressamente per le aziende e i professionisti. Robusto, affidabile e con un occhio di riguardo alla sicurezza.

Anteprima di Pasquale Bruno

Articolo tratto da PC Professionale 249 di dicembre 2011

Fujitsu è pioniere nel settore dei tablet Pc, o come preferisce definirli, slate Pc. Ricordiamo lo Stylistic T4110, presentato nel lontano 2002, uno dei primi modelli di discreto successo in tempi assolutamente non sospetti. Aveva un processore Pentium III e 256 Mbyte di Ram, con un display da 10″ e peso di 1,4 kg; caratteristiche che oggi fanno sorridere. I tablet di Fujitsu sono sempre stati orientati soprattutto all’utilizzo professionale e oggi lo Stylistic Q500 ne rappresenta l’ultima evoluzione. Sono passati quasi 10 anni da allora e in questo lungo periodo Fujitsu ha potuto maturare un’esperienza notevole nel settore.

Sono tante le caratteristiche particolari del Q550 che lo rendono uno strumento da lavoro; la prima è la presenza di Windows 7 Professional come sistema operativo. Si tratta di una precisa scelta per favorire l’integrazione del tablet in un contesto aziendale, facilitandone l’introduzione nelle infrastrutture di rete preesistenti e soprattutto permettendo una migrazione veloce e indolore del software. In tante aziende esistono applicativi realizzati ad hoc o estremamente verticali, il cui sviluppo e manutenzione possono rappresentare un costo non indifferente. Se tali programmi sono realizzati per ambiente Windows, lo Stylistic Q550 è pronto a utilizzarli, spesso senza nessuna modifica.

Intorno a questa precisa scelta progettuale è stato sviluppato tutto l’hardware necessario. La piattaforma è uno standard di mercato basata su architettura Intel Atom; lo schermo touch è stato pensato per funzionare sia con le dita sia con la penna, quest’ultima molto più precisa e meglio adatta alle finestre e ai pulsanti delle applicazioni sotto Windows.

Per il Q550 sono disponibili numerosi accessori: uno molto utile è la custodia morbida.

Il display da 10″ con risoluzione di 1.280×800 punti è di buona qualità  e ci ha favorevolmente impressionato. Utilizza la tecnologia Ips (In-Plane Switching) che garantisce angoli di visione e nitidezza superiori rispetto alla classica Tft. Ha un’efficace trattamento antiriflesso che ne permette l’uso anche in esterni sotto la luce del sole. Il controller touchscreen N-Trig DuoSense è di tipo duale, capacitivo per l’utilizzo con le dita e tramite digitalizzatore per l’utilizzo con il pennino, che si comporta in maniera simile a quello di una tavoletta grafica. L’utilizzo della penna esclude i movimenti delle dita, per cui non c’è il pericolo di muovere il cursore a vanvera appoggiando la mano sullo schermo. Il digitalizzatore inoltre riconosce la posizione della punta della penna anche quando questa è staccata dallo schermo di qualche centimetro. Non si è dunque obbligati a tenere premuta la punta sul display per muovere il cursore; un grande vantaggio che rende tutto più comodo e intuitivo.

Il Q550 potrebbe anche essere usato per disegnare, vista la sensibilità  e la precisione fornita; viene riconosciuta anche l’intensità  della pressione.

1
2

Nessun Articolo da visualizzare