Chredge

Google avverte: ChrEdge non è sicuro, passate a Chrome

La nuova guerra dei cloni di Chrome si combatte con tattiche subdole e falsi allarmi: ora Google invita gli utenti a scaricare il suo browser al posto del nuovo Edge (ChrEdge) per l’uso delle estensioni.

Anche nota come ChrEdge, la nuova incarnazione di Edge sfrutta il progetto Chromium per presentare agli utenti un browser moderno e al contempo sicuro e facile da usare. Di fatto ChrEdge è l’ennesimo clone di Chrome con qualche differenza qua e là, ma ciò non impedisce a Google di “giocare sporco” nel tentativo di ridurre a più miti consigli la potenziale nuova minaccia di mercato proveniente da Microsoft.

Quando gli utenti del nuovo Edge provano ad accedere allo store di estensioni di Chrome, il sito mostra un messaggio inequivocabile che invita a “passare a Chrome per usare le estensioni in maniera sicura”. ChrEdge dovrebbe essere pienamente compatibile con gli add-on di Chrome, quindi l’utilità dello switch sembra avere attinenza con l’ennesima discussione sul sesso degli angeli in chiave hi-tech.

Chrome, Edge e ChrEdge

L’avviso e il “consiglio” di passare a Chrome vengono visualizzati solo se si usa ChrEdge, segno del fatto che Google ha modificato lo store delle estensioni così da identificare il browser tramite User Agent o con altri parametri in grado di rivelare la presenza del nuovo Edge.

Chrome è al momento il browser Web largamente più usato dai netizen su PC come su gadget mobile, e Google non è evidentemente intenzionata a cedere nemmeno un singolo punto di market share senza rispondere colpo su colpo alle mosse della concorrenza. Nel caso di Microsoft, nei giorni scorsi è emerso il fatto che Redmond ha deciso di rendere noto il debutto di ChrEdge con veri e propri messaggi pubblicitari nel Menu Start.

PCProfessionale © riproduzione riservata.