Chredge

ChrEdge, la versione “Chromificata” di Edge, disponibile in versione stabile

La nuova versione del browser Edge basata su Chromium meglio nota come ChrEdge esce dallo stato di beta, mentre Microsoft promette funzionalità esclusive rispetto a Google Chrome.

Dopo alcuni mesi passati in stato di beta, il browser ChrEdge è ora finalmente pronto per l’impatto con l’utenza comune: il nuovo clone di Chrome un tempo noto come Edge è arrivato (o arriverà presto) sui PC equipaggiati con Windows 10 tramite il Patch Tuesday di gennaio, mentre per i sistemi dotati di altri OS sarà necessario il download manuale.

ChrEdge è un browser Web basato sul progetto Chromium, layout engine che costituisce le fondamenta di Google Chrome e decine di altri cloni dell’onnipresente software di navigazione di Mountain View. Microsoft ha deciso di abbandonare le velleità di indipendenza tecnologica in seguito al flop dell’Edge originale, un browser sostanzialmente ignorato da tutti gli utenti di Windows 10 in favore dei programmi della concorrenza (il suddetto Chrome ma anche Mozilla Firefox o altri).

ChrEdge

A un primo impatto, il nuovo Edge/ChrEdge somiglia in tutto e per tutto a un banalissimo (e sostanzialmente superfluo) clone di Chrome; dietro le quinte e la UI piatta del browser di Google, però, Microsoft promette un’esperienza “ottimizzata per Windows 10”, una ricerca Web alternativa (Bing), il rispetto della privacy con la rimozione di tutte le funzionalità interne Google-dipendenti, l’accesso a un ricco mercato di estensioni e add-on (per Chrome o specifiche per ChrEdge), lo streaming in 4K e altre caratteristiche esclusive.

Il download di ChrEdge è automatico per gli utenti di Windows 10 (Home, Pro) a meno di bloccare l’operazione con l’apposito toolkit rilasciato da Microsoft, mentre gli utenti interessati a provare il nuovo browser su Windows 8.x, Windows 7, macOS, iOS o Android possono procedere al download manuale direttamente dalla homepage ufficiale.

PCProfessionale © riproduzione riservata.