NVIDIA A100 80GB

NVIDIA A100 80GB, le GPU Ampere col turbo alla VRAM

NVIDIA ha presentato la versione rinnovata delle sue GPU A100, declinazione server e HPC dell’architettura Ampere che ora è ancora più preparata per scenari di calcolo ultra-intensivi.

Presentata lo scorso maggio, la GPU A100 rappresenta la prima declinazione commerciale dell’architettura Ampere destinata ai server e ai calcoli ad alte prestazioni (HPC). Un “mostro” di potenza e specifiche hardware da primato, che ora diventano ancora più esagerate per quanto riguarda la memoria VRAM integrata su ogni unità acceleratrice.

Dopo soli pochi mesi di disponibilità sul mercato, NVIDIA ha già deciso di rinnovare A100: la nuova GPU si chiama A100 80GB GPU, e come lascia intendere il nome ha nel quantitativo di VRAM raddoppiato (80GB contro i precedenti 40 gigabyte) la sua principale ragion d’essere. Non solo: la RAM di A100 è ora anche più veloce (3,2Gbps contro 2,4Gbps), riuscendo per la prima volta a superare una banda dati di oltre 2 terabyte al secondo contro gli 1,6 TBps della prima versione.

Il resto delle specifiche di A100 è lo stesso anche nella variante da 80GB, e la scheda continua a rappresentare il non-plus ultra dell’hardware necessario a “sbloccare la prossima ondata di avanzamenti scientifici e nella IA”. Con A100 80GB scienziati e ricercatori potranno costruire modelli teorici sempre più complessi ed elaborati, oltre ovviamente a migliorare l’efficienza nei supercalcoli per le previsioni meteorologiche e la chimica quantistica.

Come già successo con A100, anche per A100 80GB NVIDIA offre una stazione di calcolo tutto-compreso chiamata DGX Station A100. Con 4 GPU A100 80GB montate su un’unica motherboard, una CPU AMD a 64-core e un sistema di raffreddamento custom che non richiede manutenzione, DGX Station A100 offre in pratica un piccolo data center “portatile” con performance da 2,5 petaFLOPS nei calcoli per la IA. Sia A100 800GB che DGX Station A100 arriveranno sul mercato durante questo trimestre, e avranno evidentemente un prezzo allineato alla potenza che sono in grado di offrire.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.

1 commento

Comments are closed.