NVIDIA

GeForce RTX 30, NVIDIA migliora le prestazioni “copiando” AMD

NVIDIA sembra aver accusato il colpo dopo la presentazione delle Radeon RX 6000. La corporation annuncia ora un’importante novità tecnologica potenzialmente in grado di migliorare ancora le prestazioni già stellari delle GeForce Ampere.

GeForce RTX 3080 è la GPU da gaming attualmente più potente in circolazione, anche se è praticamente ancora impossibile da acquistare senza pagare un sovrapprezzo fuori mercato. Questa settimana debutteranno le schede Radeon RX 6000 di AMD, una proposta che ha spinto NVIDIA ad alzare gli scudi con nuove soluzioni sia sul fronte hardware che su quello del software.

La casa californiana delle GPU risponderà all’assalto di AMD non solo con una versione migliorata (e fin qui non confermata) di GeForce RTX 3080 (Ti), ma anche tramite una novità tecnologica potenzialmente in grado di aumentare in maniera significativa le prestazioni di tutte le GPU Ampere, e su un numero molto più ampio di sistemi diversamente dalla proposta concorrente di AMD.

AMD Radeon RX 6000

Le GPU Radeon RX 6000 raggiungono – secondo i numeri forniti da AMD – prestazioni pari o persino superiori alle GeForce RTX 30 grazie a una tecnologia nota come Smart Access Memory (SAM), in grado di aumentare la quantità di RAM del frame buffer integrato sulla GPU (VRAM) accessibile direttamente dalla CPU attraverso il bus PCI Express. Un “trucco” capace di incrementare dell’11% le prestazioni di Radeon RX, e che a dire di AMD sarebbe esclusiva dei possessori di CPU Ryzen 5/Zen 3.

Come conferma NVIDIA, però, SAM è la declinazione proprietaria di un sistema già supportato in maniera nativa dal bus PCI dalla versione 3.0 in poi. La tecnologia “resizable base access register” (BAR) fa esattamente quello che fa AMD SAM, e NVIDIA ha intenzione di implementare il supporto per BAR attraverso un aggiornamento software ai suoi driver grafici. L’hardware delle GPU Ampere è già in grado di sfruttare la novità, così come lo saranno le CPU Intel assieme al bus PCIe 3.0.

Le GPU GeForce RTX 30 dovrebbero insomma diventare ancora più veloci e performanti in futuro, riconquistando la vetta delle prestazioni contro le Radeon RX 6000. Resta il problema di fondo di un prodotto introvabile sul mercato, una situazione che ha spinto ASUS a pubblicare le sue scuse ufficiali con la conferma di essere impegnata a pompare silicio e GPU nelle catene di produzione mentre i giocatori attendono pazientemente il loro turno per l’acquisto.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.

1 commento

Comments are closed.